Cultura

'Alla ricerca della vita', al Museo Egizio inaugurata la nuova sala delle mummie

Nonostante la pandemia e le chiusure, i dati delle visite del museo sono confortanti

Novità per il Museo Egizio. Un nuovo spazio, appena inaugurato e distribuito su due piani, amplierà infatti il già ricco percorso di visita.'Alla ricerca della vita' è il nomer della sala realizzata col sostegno della Consulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino: un'area che accompagnerà il pubblico in un itinerario a ritroso, nell'esplorazione del tema della vita nell'antico Egitto, lungo le rive del Nilo, dal concetto della mummificazione a quello dell'aldilà, partendo dallo studio dei resti umani e dei corredi che li accompagnano. 

Mummie in vista

Al centro della sala una speciale teca volta a essere vetrina per i visitatori ma anche deposito, allestita per contenere 91 fragili mummie che verranno conservate secondo i massimi standard. Sei sono gli esemplari in esposizione che mostrano le varie fasi dell'esistenza: si tratta di resti di persone vissute in periodi storici diversi e selezionate in base all’età per raccontare una vita ideale, dalla nascita all’età matura, nel dettaglio dal feto fino all'avanzata maturità di una donna cinquantenne. Un progetto che "nasce da un'esigenza conservativa - come spiega il direttore del Museo Egizio, Christian Greco - ma, in linea con la volontà di rendere i magazzini del museo accessibili ai visitatori, intende fornire un 'affaccio' sui reperti qui custoditi e sulle ricerche condotte". 

Museo Egizio, una delle mete più apprezzate

E nonostante i mesi difficili dovuti alla pandemia, il Museo Egizio si conferma tra le mete più apprezzate dai visitatori. Anche in questa fase di ripresa, dal 26 aprile scorso data della riapertura, sono state oltre 50 mila le presenze nelle sue sale. Dati che confortano, come spiega la presidente Evelina Christillin: "L'inaugurazione di oggi è segno di come il Museo abbia saputo affrontare i mesi difficili della pandemia senza mai rinunciare ai progetti propri di un'istituzione museale, ossia, oltre alla ricerca, il rinnovamento espositivo. 'Alla ricerca della vita' è un progetto ambizioso la cui realizzazione è stata resa possibile, oltre che dall'impegno del personale della Fondazione, anche dall'importante e generoso sostegno della Consulta di Torino, e da quello che i nostri soci fondatori continuano ad accordarci". A giorni, il Collegio dei Fondatori approverà un bilancio del 2020 'in pareggio', nonostante il lockdown imposto dalla pandemia abbia ridotto i ricavi del 72% e le presenze del 70%.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Alla ricerca della vita', al Museo Egizio inaugurata la nuova sala delle mummie

TorinoToday è in caricamento