Giornata internazionale dell'amicizia: dialogo interreligioso e buone pratiche contro la droga

Fedeli di religioni diverse in periodi storici diversi come lo sono quelle fondate da Maometto e L. Ron Hubbard hanno trovato punti in comune e consolidato una amicizia che già da settimane è sfociata in vera e propria collaborazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Torino: il 30 luglio ricorre la Giornata Mondiale dell'Amicizia indetta dalle Nazioni Unite. Per celebrarla la Chiesa di Scientology e l'Associazione Studenti Tunisini in Italia hanno colto l'occasione della conclusione del Ramadan, terminato domenica 27 luglio, festeggiando lunedì 28 con una cena a base di cucina tipica tunisina e dialogo interreligioso.

Fedeli di religioni diverse in periodi storici diversi come lo sono quelle fondate da Maometto e L. Ron Hubbard hanno trovato punti in comune e consolidato una amicizia che già da settimane è sfociata in vera e propria collaborazione.

Una ventina di studenti universitari dell'Associazione Studenti Tunisini in Italia hanno infatti ricevuto un attestato per aver partecipato al seminario educativo sulla prevenzione alla droga della Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga: attraverso queste informazioni i giovani studenti tunisini vogliono aiutare i loro concittadini, ma non solo, a prevenire le tossicodipendenze attraverso l'informazione responsabile. Il tutto viene coordinato con il Console della Tunisia di stanza a Genova.

Come parte del programma della serata è stata presentata la rivista "Scientology: In che modo aiutiamo" dedicata alla principale campagna indipendente di prevenzione alla droga a livello internazionale.

Torna su
TorinoToday è in caricamento