Festa de l'Unità di La Loggia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Dopo un anno di pausa, torna a La Loggia la festa de l'Unità.

Dal 19 al 22 settembre, presso il bocciodromo comunale di via della Chiesa, tornerà la festa del Partito Democratico con il suo storico nome, tirata a lucido dopo lo stop del 2013.

Quattro giorni intensi dove la cucina di piatti tradizionali la farà da padrona, con grigliate, frittura di pesce, agnolotti e altre prelibatezze, ma sempre con un occhio di riguardo ai temi sociali, alla crisi lavorativa che ha colpito l'Italia e il Piemonte e alle realtà del territorio. Un importante spazio sarà affidato al banco del Riciclo Attivo, dove oggetti di uso comune hanno avuto la possibilità di rinascere con nuove e sorprendenti funzioni. Al suo fianco, spazio anche per i prodotti degli agricoltori loggesi.

Le cucine apriranno tutte le sere alle ore 20:00, ma quest'anno sarà possibile partecipare, oltre alle tradizionali cene e al pranzo sociale di domenica, anche a un'inaugurale "Cena in rosso", un intero pasto invitante e monocromatico preparato esclusivamente per la serata del venerdì. Come la più nota "Cena in bianco" torinese, anche in questo caso il dress-code è rigoroso: i partecipanti sono invitati a indossare almeno un capo rosso!

Ben tre saranno invece i dibattiti in programma alle 18:30 di venerdì, sabato e lunedì. Nella prima serata si discuterà della Garanzia giovani, il programma di collocamento per i giovani tra i 15 e i 29 anni varato dal Governo. Ne parleranno in una tavola rotonda Giorgia D'Errico, dell'associazione Lavoro & Welfare, Chiara Gribaudo, deputata PD in Commissione Lavoro, e Gianna Pentenero, Assessore Regionale al Lavoro.

Ancora il tema lavoro al centro dell'incontro di sabato con Cesare Damiano, Presidente della Commisione Lavoro ed ex ministro nel Governo Prodi, intervistato per l'occasione da Roberto Ponte, direttore di Pagina.to.it. Per lunedì, infine, l'appuntamento delle 18:30 vedrà al centro della discussione il terzo settore con la partecipazione di Francesca Bonomo, deputata PD, Daniele Valle, consigliere regionale PD, ed Elide Tisi, vicesindaco di Torino.

Ampio spazio sarà anche dedicato alla musica e allo spettacolo, con le tradizionali serate di liscio dell'orchestra La nuova immagine, al sabato, e Myro Fantasy alla domenica. La Kombriccola del Blasco, tribute band di Vasco Rossi, scalderà la notte di venerdì dopo l'esibizione delle ragazze del twirling L'Arcobaleno, mentre il duo hip hop Wolz e Brivido si esibirà lunedì sera. Per domenica sono invece previste esibizioni di varie discipline della palestra OnSport di Vinovo.

«La festa era necessaria», spiega Davide Catalano, Segretario del circolo PD di La Loggia. «Il Partito Democratico nelle recenti elezioni si è confermato ancora una volta il primo partito a La Loggia e questa è l'occasione giusta per ringraziare i tanti concittadini che hanno dato fiducia a Chiamparino e ai nostri candidati per le Europee. L'obiettivo però è far diventare questa festa un appuntamento fisso del calendario loggese: una possibilità in più per stare in compagnia, divertirsi, mangiar bene e partecipare a stimolanti dibattiti. Uno dei nostri scopi è cercare di avvicinare i cittadini alle istituzioni, coinvolgendoli negli incontri organizzati e facendoli confrontare direttamente con gli ospiti che con successo siamo riusciti a portare a La Loggia.»

Tutti gli eventi organizzati per la Festa de l'Unità sono a ingresso libero. Per la Cena in rosso è gradita la prenotazione al numero 366-95.77.563.

Torna su
TorinoToday è in caricamento