Calano le vendite per la Piemonte Card: i musei non attirano più i turisti

L'assessore Parigi: "Torino non deve perdere il suo appeal culturale"

I musei piemontesi e torinesi non attirano più i turisti. Se i dati sui flussi turistici, relativi al 2018 e resi noti dall'Osservatorio regionale, portano in generale buone notizie l'assessore del Piemonte, Antonella Parigi, non nasconde la sua preoccupazione per il futuro e ci tiene a fare una riflessione.

"L'anno scorso abbiamo registrato un calo dell'11,5% della vendita delle Piemonte Card e meno presenze anche alla Reggia di Venaria - ha detto a Torino Incontra, a margine della presentazione delle ultime statistiche -. Dati preoccupanti che rivelano meno interesse verso i nostri musei". Se da un lato hanno preso campo e si rivelano in crescita il settore outdoor e quello enogastronomico - su cui anche la città di Torino punta molto da sempre -, va meno bene la motivazione più strettamente culturale, soprattutto per quanto riguarda il capoluogo piemontese dove i turisti si aspetterebbero di poter visitare la grande mostra o di assistere al grande evento.

La consacrazione nel 2006

"E' giusto che si valorizzino altri settori - ha aggiunto Parigi - ma Torino non deve perdere il suo posizionamento culturale a livello nazionale e internazionale. La cultura è una delle motivazioni che hanno permesso alla città di costruire uno status turistico che deve riuscire a mantenere anche negli anni a venire". Torino e la sua cintura non hanno mai avuto una tradizione turistica: difficilmente il territorio compariva sulle guide o veniva proposto dai tour operators. Dopo un lungo percorso, iniziato circa 15 anni fa e che ha raggiunto la sua consacrazione con l'evento olimpico nel 2006, c'è stata finalmente la trasformazione. Torino oggi non è più soltanto la città della Fiat e della Juventus, ma è nota anche per il suo appeal culturale e artistico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Investire in cultura e vita notturna

Come altre note città europee però - una su tutte Parigi, dove è appena iniziata la grande mostra dedicata a Tutankhamon che si sposterà in diverse metropoli ma che ohimè non arriverà a Torino, il cui Museo Egizio è il più importante al mondo dopo quello del Cairo - per essere al top, deve far fruttare il suo capitale. "In questi anni abbiamo investito 200 milioni in turismo e cultura - ha detto Parigi, il cui mandato scadrà a maggio con le nuove elezioni - e i risultati si vedranno nei prossimi anni. Abbiamo iniziato un lavoro sul Barocco piemontese 2020, quando sarà prevista una grande mostra alla Reggia di Venaria: lasciamo questo in eredità, speriamo non cada nel vuoto". L'assessore poi, sottintendendo probabilmente alle ultime notizie che riguardano la chiusura di diversi locali al Valentino e della mancata rinascita della zona Murazzi, fa anche un riferimento alla vita notturna torinese: "Questo è stato negli ultimi anni un aspetto della città che ha attirato molti giovani provenienti da lontano - ha concluso -. Ed è un settore che va assolutamente protetto in futuro".   
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tifoso interista scommette sull'eliminazione della Juve dalla Champions: vince quasi 10mila euro

  • Tragico schianto nella notte: auto in un una scarpata, morti cinque ragazzi

  • Violento acquazzone su mezza provincia: alberi caduti, allagamenti e ferrovia interrotta

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Compleanno torinese per i 18 anni del figlio di Fabrizio Corona e Nina Moric: pronta una grande festa

  • Viviana e il piccolo Gioele sono ancora scomparsi, ma oggi fatti avvistamenti 'importanti'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento