Giovedì, 16 Settembre 2021
Eventi

A Natale meglio una baby sitter che una borsa griffata

Una ricerca condotta da Vivastreet.it traccia le principali tendenze del Natale 2011. Sembra che sotto l'albero si preferiscano regali utili, piuttosto che i classici regali o pensieri

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Un servizio di baby-sitting per una sera, un corso di inglese, una piccola riparazione domestica o un’assistenza informatica da parte dell’amico “smanettone”: questi i regali che gli italiani vorrebbero trovare quest’anno sotto l’albero al posto dei classici doni, secondo il sondaggio online condotto dal sito di annunci Vivastreet.it su un campione di più di 6000 utenti. Un servizio che possa tornar utile nella vita di tutti i giorni è infatti nella lista dei doni del 58% degli intervistati, nonostante il 56% del campione dichiari di non aver mai ricevuto un regalo del genere. Quello dei “doni servizio” risulta un trend ancora poco sviluppato nelle abitudini natalizie del Belpaese, ma assolutamente in crescita.

“Abbiamo notato che nelle ricerche degli utenti nel periodo che precede il Natale sono sempre più ricorrenti termini di ricerca come ‘corso di Inglese’, ‘babysitter’, ‘trattamento termale’” – afferma Marta Fioni, Business Development Manager di Vivastreet.it. Sembra che gli utenti si orientino verso la ricerca di esperienze positive, più che oggetti di consumo. Proprio per questo motivo, sezioni del sito come ‘Corsi’ o ‘Servizi’ crescono in popolarità nel periodo natalizio, così come ‘Oggetti d’artigianato – Hobbistica’ nella categoria compro vendo, dove abbondano gli spunti per doni creativi e fai-da-te”.

Il sondaggio ha evidenziato anche il gradimento dei doni fai da te dal 57% del campione intervistato, che si tratti di dolci home-made o maglioni di lana, bigiotteria o decorazioni per la casa. La scelta di donare un regalo fatto a mano non è, infatti, puramente economica. Solo una percentuale pari al 6% sceglie questo tipo di regali per rispondere ad un’esigenza di risparmio, la maggior parte degli intervistati sceglie  i doni fai da te per il piacere di offrire un oggetto realizzato con le proprie mani, dimostrando una particolare attenzione verso chi lo riceve.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Natale meglio una baby sitter che una borsa griffata

TorinoToday è in caricamento