Le coppe dell'Italia a Palazzo di Città

Per tre giorni, a partire da questa mattina, la Sala Marmi di Palazzo di Città è la bacheca dei trionfi mondiali e di quello continentale del calcio italiano. Le quattro coppe conquistate dagli azzurri - le due Rimet del 1934 e del 1938, quelle vinte in Spagna nel 1982 e in Germania nel 2006, insieme alla coppa Europa conquistata nel 1968 – sono infatti esposte nella sala aulica al piano nobile di Palazzo civico fino a giovedì 6 ottobre e per tre giorni, dalle ore 8 alle 18 con ingresso libero.

Un'occasione offerta ad ogni torinese di vivere l’emozione di vedere da vicino i trofei alzati al cielo dai capitani della nazionale azzurra dopo le vittorie più prestigiose. L’esposizione allestita con le coppe vinte dall’Italia è una delle iniziative organizzate nell’ambito delle eventi  legati all’incontro tra Italia e Spagna, gara valida per la qualificazione ai Mondiali del 2018, in programma giovedì 6 ottobre allo Juventus Stadium.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • Riapre il MAUTO: mostre e visite guidate a prezzi speciali

    • dal 17 febbraio al 1 agosto 2021
    • Mauto

I più visti

  • Tuliparty, al via la terza edizione: uno 'scorcio d'Olanda' a Pianezza

    • dal 27 marzo al 25 aprile 2021
    • vivaio
  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento