Lunedì, 15 Luglio 2024
Eventi

Aperta la prima call in Piemonte dedicata alle startup cooperative

Fino al 30 aprile è possibile partecipare con la propria idea imprenditoriale a Coopstartup Piemonte

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Il primo progetto in Piemonte per la promozione di nuove startup cooperative realizzato da Legacoop Piemonte e dal suo fondo mutualistico Coopfond a cui potranno partecipare fino al 30 aprile gruppi di minimo tre persone, in maggioranza under 40, che abbiano un’idea imprenditoriale da trasformare in impresa cooperativa, oppure le cooperative costituitesi non prima del 1 gennaio 2021. È Coopstartup Piemonte, nato per supportare lo sviluppo di idee imprenditoriali e favorire l’occupazione giovanile, oltre ad apportare benefici sul territorio in termini di aumento dell’occupazione e di crescita economica, sociale e culturale. Tutti gli iscritti al bando seguiranno un percorso di formazione gratuita sui principi delle startup cooperative. I progetti selezionati saranno ammessi a un percorso one-to-one per sviluppare la propria idea e redigere un business plan al termine del quale i vincitori potranno costituirsi in impresa cooperativa e ricevere un premio pari a 6.500 euro a fondo perduto per le spese di avvio e sviluppo delle attività e voucher spendibili in servizi di formazione, assistenza e tutoraggio. Il progetto ha il patrocino di Regione Piemonte e Città di Torino e si svolge anche grazie al sostegno dei partner operativi: Università di Torino, 2i3T – Incubatore di Imprese di UniTO, Politecnico di Torino, I3P – Incubatore Imprese Innovative Politecnico di Torino, Nova Coop, Inforcoop Ecipa Piemonte. “L’intergenerazionalità è un tratto distintivo e un pilastro della cooperazione e come Legacoop Piemonte in questi anni abbiamo concentrato la nostra attenzione per favorire e aiutare la nascita di nuove generazioni di cooperatori. Il bando Coopstartup rappresenta un'altra tappa del nostro impegno per creare nuovi soci e contribuire a costituire una nuova classe dirigente sia attraverso il ricambio generazionale in cooperative già esistenti sia con la creazione di nuove imprese che rappresentino per ragazze e ragazzi la possibilità di garantirsi una buona e stabile occupazione, considerando anche che quella cooperativa è una forma di impresa più duratura e che meglio resiste alla crisi rispetto ad altre”. Dimitri Buzio, presidente di Legacoop Piemonte “La cooperazione è uno strumento capace di permettere a tante persone, soprattutto giovani, di trasformare i propri sogni in un’impresa arricchendo il nostro tessuto economico di nuovi soggetti e nuove competenze, un obiettivo ancor più strategico in questa fase di ripresa. Coopstartup, che in Italia ha coinvolto già 7mila persone, è il programma attraverso cui Coopfond cerca di raggiungere questo obiettivo. Per questo siamo particolarmente soddisfatti che questa possibilità arrivi proprio oggi anche in Piemonte, una regione in cui la cooperazione è da sempre fortemente radicata, in settori diversi, con esperienze significative per tutto il Paese, dalla cooperazione sociale ai workers buyout”. Simone Gamberini, direttore generale di Coopfond Per informazioni su Coopstartup: www.piemonte.coopstartup.it - piemonte@coopstartup.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aperta la prima call in Piemonte dedicata alle startup cooperative
TorinoToday è in caricamento