Mercoledì, 22 Settembre 2021
Eventi

Presentazione Portici di Carta, Parigi: "Aiuto concreto dalla Regione ai librai"

Per un intero week-end, i portici di via Roma, piazza San Carlo e piazza Carlo Felice si trasformano in una libreria lunga oltre due chilometri

"Le librerie sono il punto fondamentale del nostro sistema di coesione sociale. E' nostro dovere fare qualcosa per aiutarle". E' intervenuta così Antonella Parigi, assessore regionale alla Cultura, durante la presentazione ufficiale dell'evento "Portici di Carta" che si terrà a Torino il 4 ed il 5 ottobre.

Un evento che da sempre contraddistingue la nostra Città, già famosa per ospitare il Salone Internazionale del Libro, e che attira in centro migliaia di turisti. Per un intero week-end, i portici di via Roma, piazza San Carlo e piazza Carlo Felice si trasformano in una libreria lunga oltre due chilometri.

Diciannove Vie del Libro, oltre cento fra librerie grandi e piccole, editori piemontesi e bouquinistes. Il tutto per riportare alla luce una tradizione - quella della letteratura - spesso abbandonata o sostituita con quella digitale. In un momento dove il settore subisce continue infiltrazioni ed è alle prese con una crisi sempre più esponenziale, Portici di Carta, diventa l'occasione giusta per dare la possibilità alle librerie che ancora persistono, di guadagnarsi una grossa fetta di pubblico.

Un evento che, anche secondo gli stessi librai, schiacciati dalla crisi, non và, tuttavia, a risolvere quello che è il vero problema in cui versano oggigiorno le librerie. "Appuntamenti di questo tipo non sono comunque sufficienti - ha affermato in conferenza Maurizio Braccialarghe, assessore comunale alla Cultura -. E' necessario adottare delle misure che diano la possibilità al mondo della letteratura di essere tutelato e valorizzato".

Ad accompagnare Portici di Carta, anche lo sport con la manifestazione "QUISport movimento per tutti" prevista per domenica 5 ottobre nell'ambito dell'evento sportivo europeo "Move week". "Domenica 5 ottobre il centro cittadino diventerà una palestra a cielo aperto - ha detto l'assessore comunale allo sport Stefano Gallo -. Tutti gli sportivi torinesi, da 0 a 99 anni, potranno provare alcune discipline e trascorrere una giornata all'insegna dell'allegria".

Non è un caso che la cultura sportiva e quella letteraria vadano di pari passo, "mente sana in corpo sano" - ha ribadito Gallo - già accomunati recentemente con la collaborazione con il Salone del Libro. L'obiettivo è quello di combattere la sedentarietà e rendere attivi 100 milioni di cittadini europei in più entro il 2020.

Un weekend di grande rilievo, dove a farla da padrone sarà la Cultura, nel più ampio senso del termine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentazione Portici di Carta, Parigi: "Aiuto concreto dalla Regione ai librai"

TorinoToday è in caricamento