Concerti Pozzostrada / Via Crea, 10

Gru Village, si chiude un'edizione andata oltre ogni aspettativa

In attesa dei concerti di Cristina D'Avena featuring Gem Boy e di Asaf Avidan, si tirano le conclusioni sull'edizione di quest'anno del Gru Village. I numeri registrati sono stati molto positivi

Dopo 20 intensi spettacoli su 22, si avvia alla conclusione l’ottava estate al GruVillage, e la Direzione di Le Gru, insieme al Consorzio Esercenti del Centro, desiderano condividere gli ottimi risultati raggiunti dal festival.

Come per gli scorsi anni il GruVillage è stato organizzato con risorse interamente private, ed è stato diretto, prodotto e finanziato da Shopville Le Gru con la partnership, in alcune date, delle più attive organizzazioni locali nel mondo dello spettacolo: Live Nation / Set Up, Hiroshima Mon Amour, Radar/ Metropolis, Dreams e EventiDuemila.

Il festival ha offerto al territorio una programmazione di grande qualità, la più varia e lunga in Piemonte e una delle più ricche in Italia nel 2013. Il cartellone ha previsto spettacoli di livello nazionale e internazionale ed è stato unanime, da parte di artisti e pubblico, il giudizio positivo per una location comoda e accessibile, con dotazioni tecniche di altissimo livello e servizi non usuali per un festival musicale. Il GruVillage infatti, offre non solo un concerto, ma un’esperienza elettrizzante da vivere intensamente, in un’arena verde, che non è una semplice location dedicata all’intrattenimento, ma un vero e proprio salotto a cielo aperto, arricchito da un’accoglienza curata nei minimi dettagli, e da un ristorante situato su una terrazza panoramica che ha reso ancor più speciali le serate dei tanti avventori.

CURIOSITA’ - Molti fra gli appuntamenti di questa lunga estate hanno avuto un qualche elemento speciale: i Morcheeba, band cult del trip hop inglese, hanno suonato per la prima volta tre canzoni che saranno nell’album in uscita a ottobre; i Jestofunk si sono esibiti nel giorno di uscita mondiale del nuovo album, il loro primo concerto dopo 10 anni di inattività, riuniti dal frontman americano CeCe Rogers. Alan Parsons Live Project si sono esibiti in un concerto sold out nella settimana in cui usciva in tutto il mondo il loro doppio cd live, e ha rappresentato una tappa del percorso dedicato dal GruVillage 2013 agli amanti della musica inglese degli anni 70/80, e in particolare del prog, insieme ad artisti quali Ian Anderson, Steve Hackett e Steven Wilson. Nessuno dimenticherà le esibizioni di due personaggi eccezionali: da una parte il rapper Fedez, idolo dei giovanissimi che ha registrato il sold out, dall’altra la popstar Skin, cantante degli Skunk Anansie, che ha letteralmente incantato la folla, esibendosi in mezzo al pubblico, lanciandosi sulla gente, lasciando tutti a bocca aperta mentre – senza mai smettere di cantare – si faceva trasportare dal palco sino all’area mixer, e ritorno, dalle braccia tese dei fan, nella data più gremita del tour italiano della band inglese.

NUMERI - L'affluenza ha superato fino ad ora, in 20 spettacoli, le 38.000 presenze, oltrepassando le migliori aspettative. Un risultato che soddisfa in pieno l’organizzazione e che premia una strategia basata su una rete di collaborazioni e partnership territoriali, dimostrando una volta di più come una politica di network risulti vincente, sommata all’impegno dell’organizzazione al “welfare” del proprio pubblico, in cui la grande qualità fa rima con “piccoli prezzi” rendendo gli spettacoli del GruVillage particolarmente accessibili o persino gratuiti. Sono stati infatti circa 5000 gli ingressi gratuiti e 2.300 gli scontati attraverso il sistema della GRUKey (la fidelity card che premia i clienti di Shopville Le Gru), quasi 300 i giovani e i cassaintegrati grugliaschesi che sono entrati con biglietto gratuito, oltre 500 i dipendenti del Centro con biglietti a €4 e €5 per tutti gli spettacoli e 300 i vincitori di contest con media partner che sono entrati gratuitamente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gru Village, si chiude un'edizione andata oltre ogni aspettativa

TorinoToday è in caricamento