Concerti Centro

Conferenze al museo Accorsi - Ometto

In occasione della mostra FASCINO E SPLENDORE DELLA PORCELLANA DI TORINO. Rossetti, Vische, Vinovo (Museo Accorsi - Ometto, Torino, 30 gennaio 2014 - 28 giugno 2015), la Fondazione Accorsi – Ometto presenta tre conferenze ad ingresso gratuito.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

In occasione della mostra FASCINO E SPLENDORE DELLA PORCELLANA DI TORINO. Rossetti, Vische, Vinovo (Museo Accorsi - Ometto, Torino, 30 gennaio 2014 - 28 giugno 2015), la Fondazione Accorsi - Ometto presenta tre conferenze ad ingresso gratuito. Tenute dalle curatrici della mostra e dal conservatore del Museo Accorsi - Ometto, gli incontri approfondiscono la storia delle tre manifatture torinesi: la prima riguarda il periodo di massimo splendore della manifattura Rossetti; la seconda, l'affascinante storia del conte Ludovico Birago di Vische e della sua porcellana. L'ultima affronta invece l'evoluzione della manifattura di Vinovo, dall'arrivo degli illustri Brodel e Hannong fino alla direzione del celebre Gioanetti.

CALENDARIO:

• Domenica 15 marzo, ore 11.00
LE PORCELLANE DELLA MANIFATTURA ROSSETTI 1737-1743
A cura di Andreina D'Agliano

Le recenti ricerche sul collezionismo piemontese di porcellana hanno messo in luce come nella prima metà del Settecento l'interesse verso "l'oro bianco" fosse una conseguenza diretta della Porzellankrankheit che dominava l'Europa, una vera e propria mania che coinvolgeva la nobiltà europea. A questa aristocrazia d'élite apparteneva anche il conte Giacinto Roero di Guarene, personaggio dall'ingegno poliedrico e che tramite l'incontro con Giacinto Rossetti darà inizio alla storia della porcellana piemontese.

INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Per informazioni: 011.837688 int. 3 (orario: 10.00-13.00 e 14.00-18.00)

• Domenica 19 aprile, ore 11.00
IL SOGNO INCOMPIUTO DI UN NOBILE PIEMONTESE. LA FABBRICA DI VISCHE, 1765-1768
A cura di Luca Mana

Creata per iniziativa del marchese Ludovico Francesco Birago, la manifattura di porcellane di Vische fu attiva per soli quattro anni, tra il 1765 e il 1768. Ospitata all'interno di strutture create apposta, la fabbrica produsse un tipo di porcellana frutto anche di ricerche effettuate negli anni precedenti nei laboratori di chimica dell'Arsenale torinese. Forme di vasellame e statuine che ispirate ai modelli di Sèvres e di Meissen, documentano del tentativo del conte Birago di fare della sua manifattura un'eccellenza di importanza europea.

INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Per informazioni: 011.837688 int. 3 (orario: 10.00-13.00 e 14.00-18.00)

• Domenica 24 maggio, ore 11.00
LE PORCELLANE DELLA MANIFATTURA DI VINOVO 1776-1825
A cura di Cristina Maritano

La Regia Fabbrica delle Porcellane di Vinovo (1776-1825) fu fondata nel 1776 grazie all'indubbio talento di Pierre - Antoine Hannong, discendente di una celebre famiglia di ceramisti strasburghesi. Hannong, reduce da una lunga esperienza a Parigi, portò con sé alcuni lavoranti e altri ne attrasse a Vinovo, provenienti dall'area tedesca. A seguito di difficoltà economiche, la direzione nel 1780 passò a Vittorio Amedeo Gioanetti, che saprà portare la manifattura ai più alti livelli della porcellana europea e a competere con le più importanti manifatture del Continente.

INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Per informazioni: 011.837688 int. 3 (orario: 10.00-13.00 e 14.00-18.00)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conferenze al museo Accorsi - Ometto

TorinoToday è in caricamento