Lunedì, 18 Ottobre 2021
Concerti

Sold out in un quarto d'ora per i concerti di settembre degli U2

Sono stati venduti quasi 30 mila biglietti in pochissimi minuti. Per la città di Torino non saranno due semplici concerti, ma due grandi eventi. Una delle due date è anche una prima europea, il che ha fatto sì che i tagliandi si esaurissero in poco

Vendere 30 mila biglietti per un concerto in un quarto d'ora è possibile? Assolutamente sì ed è quello che è successo con i tagliandi per le due date torinesi degli U2 in programma il 4 e 5 settembre prossimi al Pala Alpitour di corso Sebastopoli.

Una corsa all'acquisto che forse non ha eguali nella storia recente dei biglietti venduti online. Le ricevitorie non hanno quasi avuto neanche il tempo materiale di tirare su la saracinesca, che di posto non ne era rimasto neanche uno. E dire che i prezzi non erano proprio tutti accessibili: si partiva da 34 euro, fino a quasi 200 euro.

Tutti esauriti, ma il perché è facile da spiegare: si tratta di due eventi e non di semplici concerti. Una delle due date è inoltre anche la prima europea, quindi il sold out in poco tempo era cosa prevedibilissima.

Mancano nove mesi al primo dei due concerti, ma già si parla di numeri e di cifre. Quello degli U2 sarà uno spettacolo anomalo, cioè non ci sarà un palco, ma verrà fatto al centro del Pala Alpitour con vista a 360 gradi. Questo ha permesso di vendere tutti i posti della struttura e permettere a qualche migliaio di persone in più di poter assistere ai concerti.

Le cifre invece parlano chiaro: la città di Torino potrebbe incassare oltre 30 milioni di euro per l'evento post estate. Già nel 2012 con i Coldplay si parlò di circa 12 milioni di euro, se qui si calcola che c'è in mezzo una prima europea e che Bono e company si fermeranno per due settimane nel capoluogo piemontese per le prove, le stime sono presto fatte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sold out in un quarto d'ora per i concerti di settembre degli U2

TorinoToday è in caricamento