menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Novità per il Torino Film Festival: nuovi luoghi per la kermesse in città e giuria tutta al femminile

Il festival raggiungerà cinema e teatri mai coinvolti prima d'ora

Si presenterà inevitabilmente rinnovato il Torino Film Festival che dal 20 al 28 novembre è in programma con la sua 38ma edizione. Tra le novità una giuria composta tutta da donne: una scelta che arriva in seguito alle polemiche dei giorni scorsi sulla mancata presenza femminile al Festival della Bellezza di Verona e in diverse commissioni politiche e amministrative degli ultimi mesi. Inoltre per la prima volta, al Festival, per far fronte all'emergenza covid, alla presenza in sala si affiancherà un programma online. 

“Siamo consapevoli che si tratta di un grande cambiamento - afferma Enzo Ghigo, presidente del Museo Nazionale del Cinema -, che però tiene il passo con i tempi. Il cinema nasce per essere fruito in sala, è quello il suo posto, ma le nuove tecnologie ci permettono di arrivare ovunque, moltiplicando la forza comunicativa della settima arte. È con questo spirito che il TFF sbarca online, senza rinunciare alle sue origini, quando si chiamava ancora Cinema Giovani, trattando molti temi tra cui giustizia sociale e inclusione, visti attraverso l’occhio creativo di giovani cineasti”.

Un evento diffuso

Grazie a una sala virtuale di 500 posti, realizzata in collaborazione con MyMovies, sarà infatti possibile vedere tutti i film in concorso. Mantenendo forte il legame con il territorio, il Torino Film Festival si presenta come un vero e proprio festival diffuso sia grazie all’applicazione della tecnologia digitale che a una capillarizzazione delle proposte. Tra proiezioni, eventi e iniziative speciali, il festival arriverà infatti in molti punti della città (e non solo) ampliando il suo impatto su tutto il territorio e raggiungendo zone mai prima d’ora coinvolte
dalla manifestazione.

“L’edizione di quest’anno avrà questa doppia anima - racconta Stefano Francia di Celle, direttore del Torino Film Festival. All’apertura verso il web si affiancherà un forte e rinnovato legame con le realtà cinematografiche e culturali locali. Il mio obiettivo è di declinare i contenuti del festival anche in luoghi insoliti, coinvolgendo interlocutori e pubblici nuovi, alla (ri)scoperta di quello che Torino può dare".

I luoghi del festival 

"Dodici punti, 12 luoghi che, disegnando la mappa del festival - continua il direttore del Tff - , evocano le 12 punte della Stella della Mole, il dodecaedro protagonista della nuova identità visiva della manifestazione”. Nuovo logo della manifestazione richiamata anche col nuovo Premio della kermesse: Premio Mole appunto". 

1. Mole Antonelliana - Museo Nazionale del Cinema
2. Le sale: Cinema Massimo, Ambrosio Cinecafè, Cinema Classico
3. Le sale di Comunità Acec: Teatro Monterosa, Cinema Teatro Agnelli, Cineteatro Baretti
4. Film Commission Torino Piemonte
5. Accademia Albertina di Belle Arti
6. Museo Nazionale del Risorgimento Italiano
7. Fondazione per la Scuola della Compagnia San Paolo - IC Rita Levi Montalcini Scuola Pascoli
8. Xké. Il laboratorio della curiosità
9. MUSA
10. Le Roi Dancing
11. Villa d’Agliè
12. La Stella in città


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento