menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'edizione da record per il Tff: vince il messicano "Club Sandwich"

Ha vinto il 31/o Torino Film Festival, come Miglior Film, "Club Sandwich", del messicano Fernando Eimbcke: armonioso film intimista che narra il rapporto d'amore tra una madre e suo figlio. Premio Speciale giuria a "2 automnes 3 hivers"

Ha vinto il 31/o Tff, il primo dell'era Paolo Virzì, il film 'Club Sandwich', opera seconda del messicano Fernando Eimbcke, già a Torino nel 2006.

Un film intelligente, intimista ma mai stucchevole, che racconta il rapporto tra una madre e il figlio 16/enne, inseparabili da sempre, tra amori e confessioni. Tutto fila liscio fino a quando il ragazzo, durante le vacanze al mare, si innamora di una ragazzina, cicciottella come lui, adolescente come lui, giocosa e con gli occhi grandi così. La madre si scopre sconvolta, non propriamente gelosa, ma smarrita, si sente messa da parte e comincia a lavorare su se stessa per accogliere la novità. D'altronde non può fare altro, e qui sta la sua amarezza che diventa accettazione della vita.

"All'inizio volevo centrare il film su un adolescente - ha detto il regista - poi il personaggio clou è diventato la madre".

Il Premio Speciale della giuria è invece andato al francese '2 automnes 3 hivers' di Sébastien Betbeder, storia d'amore in stile Nouvelle Vague; il Premio per la Miglior attrice a Samantha Castillo per il film venezuelano 'Pelo Malo', vincitore anche di altri premi collaterali di questo Tff, di Mariana Rondon; il Premio per il Miglior attore a Gabriel Arcand per "Le demantèlement" del canadese Sébastien Pilote; il Premio per la Miglior sceneggiatura a Pelo Malo; il Premio del pubblico a 'La mafia uccide solo d'estate' di Pierfrancesco Diliberto "Pif". Il Fipresci è andato a 'Le demantelement' di Sebastien Pilote e il Cipputi a 'Portrait of a Lone Farmer' di Jide Akinleminu.

Quello che si chiude oggi è stato un festival pop, molto festoso fin dal giorno d'apertura, con l'intrusione dell'Orchestrino di Bobo Rondelli, grande amico di Virzì, e Luciana Littizzetto sul red carpet. Un festival da record considerato il 34% in più di incassi rispetto all'anno scorso (254.000 euro a ieri, a due giorni dalla chiusura, a fronte degli 189.000 dello stesso giorno nel 2012), che fa pensare che Virzì voglia doppiare l'esperienza tenuto anche conto che il contratto che ha firmato è biennale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento