Eventi Aurora

Cena al cimitero con storie di spietata umanità

Un evento unico: una cena vera e propria, dall’antipasto al dolce, in cui irrompe il teatro. Negli ambienti dell’ex cimitero di San Pietro in Vincoli, un intreccio originale tra cibo, parole e azioni. In uno spazio in cui la vita fu bandita, ora diventa luogo di vita e di frontiera per andare oltre i confini del proprio orizzonte

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Dal 2 al 17 luglio ore 21
San Pietro in Vincoli Zona Teatro

CENA AL CIMITERO
con storie di spietata umanità

dal teatro di Matei Visniec - regia Beppe Rosso - con Francesca Porrini, Lorenzo Bartoli, Mario Pirrello, Valentina Virando - ideazione scenica Richi Ferrero, Lucio Diana, Marco Ferrero - grazie a Ornella Balestra, Monica Iannessi, Davide Bernardi, Debora Milone

Il 2 luglio alle ore 21 partono le CENE AL CIMITERO con storie di spietata umanità, la nuova produzione di ACTI Teatri Indipendenti con la regia di Beppe Rosso, nella quale teatro e cucina si uniscono grazie alla collaborazione di Gaia Eco-Banqueting.

Un evento unico: una cena vera e propria, dall'antipasto al dolce, in cui irrompe il teatro. Negli ambienti dell'ex cimitero di San Pietro in Vincoli, un intreccio originale tra cibo, parole e azioni. In uno spazio in cui la vita fu bandita, ora diventa luogo di vita e di frontiera per andare oltre i confini del proprio orizzonte.

IL TEATRO: le trame sottilissime e beffarde create da Matei Visniec, si insinuano tra una portata e l'altra, interpretate da personaggi al limite; figure emblematiche che in modo ironico e irriverente creano un "rito" in cui tutti saranno coinvolti, attori e commensali-spettatori.
Il testo seguendo la strategia del "Teatro Decomposto", teorizzata e realizzata da Visniec, ci presenta una serie di scene apparentemente frammentarie ma che nell'insieme ricostruiscono un mondo inquieto, contraddittorio, violento e paradossalmente comico. Un mondo che abbiamo sotto gli occhi ogni giorno ma che per essere compreso ha bisogno delle lenti di ingrandimento del teatro.
Frammenti di vita che si concretizzano in mezzo al pubblico tra una portata e un'altra. L'azione teatrale degli attori insegue una " verità" senza diaframmi, a diretto contatto con il pubblico per creare un "rituale" d'insieme a cavallo tra sacro e profano, fatto di parole e di silenzi, di materia e spirito, di ironia e tragedia. Una rappresentazione che si nutre delle contraddizioni del mondo di oggi, in bilico tra un "qui" e un "altrove", nella disperata ricerca di una risposta a domande irrisolte.
Una donna innamorata, due soldati, una prostituta, un esperto di economia, una vergine incinta sono alcuni dei personaggi che ci accompagnano durante la cena e svelano l'assurdo dei nostri giorni, fatti di precarietà economica-politica-affettiva. Uno spettacolo sui piccoli grandi conflitti che l'individuo deve affrontare…per sopravvivere.
E allora non resta che accomodarsi, assaporare e lasciarsi attraversare dalla suggestione di un luogo che tanta vita ha ospitato e lasciato andare. Abbandonarsi e ascoltare queste storie di umanità spietata, che vive di tenerezze e disillusioni, di cinismo e sconfinata speranza.

LA CUCINA: i piatti sono proposti, cucinati e serviti da Gaia-Ecobanqueting che installerà una vera e propria cucina negli ambienti di San Pietro in Vincoli. Saranno il sottofondo ideale che dialoga con la performance teatrale e consente di godere di un'esperienza sensoriale a 360 gradi.
Dall'antipasto al dessert il menu, di 4 portate, è studiato in consonanza con lo spettacolo teatrale: tre menù differenti che si alterneranno durante le 9 serate di rappresentazione.
Ciascun menù con un mood di colore predominante in tutte le portate (bianco, verde e rosso). Cibo buono, sano, sostenibile che coniuga gusto e rispetto per la natura.
La filosofia di Gaia è quella di prendersi cura delle persone e dell'ambiente, scegliendo materie prime di qualità, biologiche e a Km 0, avendo premura di selezionare i fornitori come si farebbe con gli amici. La preparazione e il servizio sono curati nei dettagli e rispondono all'esigenza di controllare quanto più possibile l'impatto sull'ambiente.

(E)STATE IN VINCOLI! È un'iniziativa promossa da ACTI Teatri Indipendenti e Il LabPerm di Domenico Castaldo e realizzata con il contributo della Città di Torino, il patrocinio della Circoscrizione 7, in collaborazione con Torino Young City, Gaia Eco Banqueting, Il Filo di Arianna Bed&Breakfast, Freecards.


INFORMAZIONI
Giorni di svolgimento della CENA AL CIMITERO:
2, 3, 4, 5, 9, 10, 11, 16, 17 luglio ore 21
Gli spettacoli si svolgono presso San Pietro in Vincoli Zona Teatro (via San Pietro in Vincoli 28, Torino).
Biglietti: € 25 (cena + spettacolo)
Prenotazione consigliata

CONTATTI
ACTI Teatri Indipendenti
via San Pietro in Vincoli 28, Torino
0115217099 - 3313910441
info@teatriindipendenti.org
www.teatriindipendenti.org
Facebook: ACTI Teatri Indipendenti
Twitter: teatri indipendenti
Skype: teatriindipendenti

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cena al cimitero con storie di spietata umanità

TorinoToday è in caricamento