Best Bakery, la torinese Zuccarello nella finalissima per la miglior pasticceria d'Italia

In onda il 25 aprile in prima serata. E a giudicare ci saranno anche i bambini

Ci sarà anche un rappresentante di Torino tra i 6 finalisti di Best Bakery, la trasmissione di Tv8 che ha girato l'Italia in cerca della migliore pasticceria del Paese, e che mercoledì 25 aprile vedrà eccezionalmente la finalissima in prima serata, alle 21.30 sempre sul canale 8 del digitale terrestre (le eliminatorie andavano in onda alle 18.30). Sarà infatti la Pasticceria Zuccarello di Collegno a lottare per il titolo con i concorrenti di tutta Italia. 

Sotto l'occhio dei due consueti giudici, le star della pasticceria internazionale Paco Torreblanca e Alexandre Bourdeaux, si sfideranno le 6 pasticcerie che hanno conquistato la finale, superando la concorrenza delle altre 66 pasticcerie coinvolte: Zuccarello di Torino, L’Ile douce di Milano, Le Levain di Roma, Varriale di Napoli, Alfa di Palermo e Aiello di Catania. Ad attenderli tre prove studiate ad hoc dai giudici, per guadagnarsi il titolo di miglior pasticceria d’Italia.

Come funziona la finale di Best Bakery Italia

In ogni prova una pasticceria verrà eliminata e dovrà abbandonare per sempre il sogno di diventare la prima Best Bakery d’Italia. La prima prova che affronteranno i pasticcieri è la preparazione di una torta di compleanno: ospiti d’eccezione saranno dei bambini – una clientela particolarmente esigente e difficile da accontentare – che avranno anche un ruolo determinante nel voto. Infatti, la torta che sarà più di loro gradimento si aggiudicherà 5 punti in più, mentre la pasticceria che avrà accumulato meno voti tra giudizio dei bambini e giudici dovrà abbandonare la competizione. Il cioccolato sarà il protagonista della seconda prova che affronteranno le 5 pasticcerie rimaste in gara. Dovranno creare un cioccolatino speciale e presentarlo all’interno di un’installazione anch’essa di cioccolato particolare e straordinaria. Ad attenderli un nuovo giudizio e una nuova eliminazione.

Infine, la terza ed ultima prova: la preparazione una torta nuziale da sogno. Alle 4 pasticcerie che hanno avuto accesso alla fase finale della puntata, vengono associate 4 coppie di futuri sposi che commissionano la torta che vorrebbero per il loro giorno speciale. Una sfida contro il tempo per soddisfare le richieste per nulla scontate delle 4 coppie. Alla fine della prova, ad insindacabile giudizio dei giudici, sarà eletta la prima Best Bakery d’Italia.

Le pasticcerie in gara insieme a Zuccarello


ZUCCARELLO (Torino) – È stato il cioccolato a far battere i cuori di Lorenzo e Aurica della pasticceria Zuccarello. Compagni di lavoro oltre che di vita, sono stati conquistati dalle mille sfumature del cioccolato e, ogni giorno, cercano di conquistare allo stesso modo anche i loro clienti.

L’ILE DOUCE (Milano) – aperta da pochissimo da Fabrizio e dai suoi amici d’infanzia, l’isola dolce è già diventata un punto di riferimento del quartiere Isola.

LE LEVAIN (Roma) – è un piccolo angolo di Francia nel cuore di Trastevere. Il nome è un tributo di Giuseppe, titolare e capo pasticciere, al suo ingrediente d’elezione, il lievito madre. Ma è soprattutto un omaggio alla pasticceria d’oltralpe, che per Giuseppe è fonte di ispirazione continua.

VARRIALE (Napoli) – è una delle grandi firme della pasticceria napoletana. Salvatore, titolare e capo pasticciere e il suo assistente Gennaro, si prodigano in creazioni d’alta classe, tra accesi e simpatici scambi di battute e piccole scaramucce.

ALFA (Palermo) – Antonio e Davide, padre e figlio, in un ambiente moderno e accogliente, offrono alla loro esigente clientela dolci dal sapore internazionale, ma con un retrogusto che riporta ad aromi più tradizionali.

AIELLO (Catania) – dove cinque fratelli, guidati dall’istrionico Massimo e dall’amico Giuseppe, creano ogni giorno i dolci più innovativi.

Le altre pasticcerie torinesi eliminate

Zuccarello, che si trova a Collegno in corso Francia 270, è giunto alla finalissima di Best Bakery dopo aver superato l'agguerrita concorrenza di altre 11 pasticcerie di Torino e provincia. Tra i concorrenti della fase torinese c'erano diversi nomi noti ai golosi della città: Medico, Dezzutto, Berlicabarbis, Casa Fedora, Miss Cake, Scalenghe, Sabauda, Elliè, La Bombonera, Passepartout e Orsucci (qui tutti gli indirizzi). 

MEDICO (via Martiri della Libertà 4 bis), fondata nel 1918, che da cent’anni propone ai suoi clienti il meglio dell’offerta dolciaria piemontese; la pasticceria DEZZUTTO (via Duchessa Jolanda 23/b) che, dal 1958, è il punto di riferimento del quartiere Cit Turin, in grado di soddisfare le esigenze dei clienti a qualsiasi ora della giornata; e la TORTERIA BERLICABARBIS (corso Moncalieri 214/D e via Catania 10) di Davide e Ariele, un locale fuori dagli schemi tradizionali.

Dall’altra la città (e la provincia) che, attraverso i pasticcieri in sfida, racconta tre storie di famiglia: da CASA FEDORA (via Asti 23) si respirano i profumi delle torte della nonna di Chiara, titolare e pasticciera del locale; nella pasticceria MISS CAKE (via Goito 17) la titolare Simona svela i segreti del mestiere imparati dalla nonna, mentre Giovanni, proprietario della pasticceria SCALENGHE (via Torino 72, Trofarello), propone i dolci piemontesi della tradizione così come faceva suo padre e suo nonno prima di lui. E ancora altri protagonisti che interpretano il gusto e lo spirito delle eccellenze del territorio in modo diverso: il cioccolato, le nocciole e la pasticceria mignon. La pasticceria SABAUDA (corso Casale 2 C), con due secoli di storia alle spalle, oggi è gestita dal giovanissimo Giorgio e dalla sua assistente Giulia; ELLIÈ (corso Casale 93 B e 96), il regno delle creazioni dolciarie in miniatura della “ciocolatessa” Elena e LA BOMBONERA (via Cibrario 23) con Andrea e Roberto, i due pasticcieri calabresi che pensano in piemontese.

E infine non mancheranno 3 rappresentanti che mostreranno il lato più seducente di Torino. Tre pasticcerie, tre modi diversi di sedurre con i dolci: è stato il cioccolato a far battere i cuori di Lorenzo e Aurica della pasticceria ZUCCARELLO (corso Francia 270, Collegno). Compagni di lavoro oltre che di vita, sono stati conquistati dalle mille sfumature del cioccolato; una brigata tutta al femminile per PASTEPARTOUT (via Cavalieri di Vittorio Veneto 28, Rivoli) di Sandra e Laura che hanno puntato sul gluten free d’eccellenza, per conquistare il palato anche di chi non può mangiare i dolci tradizionali e, infine, ORSUCCI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Tragedia a Torino: uomo si toglie la vita gettandosi nel Po

  • Dieta, metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunciare ai propri alimenti preferiti

Torna su
TorinoToday è in caricamento