AreaArea, danza di Primavera e d'Autunno alla Reggia di Venaria

Il primo e l’ultimo appuntamento di Natura in Movimento, la rassegna di danza in programma alla Reggia di Venaria il 17 settembre, sono con la compagnia AreaArea che ha la sua residenza a Udine e presenta due pièce tratte dal loro spettacolo “Le quattro stagioni” nel suggestivo Patio dei Giardini. Alle ore 15:00 viene presentata la  Primavera e in chiusura alle ore  17:30 sarà la volta dell’Autunno.

Nelle creazioni, il coreografo Roberto Cocconi ha guidato i due gruppi di artisti in un perpetuo andirivieni di concentrati d’energia, slanci improvvisi, urla silenziose, smarrimenti, perdite di senso ed impennate continue. Con spontaneità gli artisti faranno entrare il pubblico all’interno delle Quattro Stagioni di Vivaldi con coreografie di danza nelle quali si rinnova l’incanto di una composizione musicale sublime, con gli interpreti che si avventurano nel mondo dei sensi in una mescolanza espressiva aperta alla sorpresa del divenire.

"Primavera"

In Primavera l’assistenza alla coreografia è di Anna Savanelli ed i danzatori sono Gioia Martinelli, Irene Ferrara, Marco Pericoli, Nicol Soravito e Carolina Valentini. Nella pièce, giovani donne danzano nell’aria tersa quasi ninfe nel giardino delle Esperidi, rinascenti da mille notti di favole. Allacciate alla terra, coi piedi corrono gioiose incontro alla luna che quando si avvicina troppo alla terra fa impazzire tutti. La musica è la Primavera di Vivaldi nella versione riscritta da Max Richter e eseguita dal vivo da Federico Albanese.

"Autunno"

Alle ore 17:30  si conclude da dove si era partiti, nel Patio dei Giardini e AreaArea presentano la performance "Autunno". L'Autunno è tempo di transizione, tempo per rivolgersi all’interno, passaggio tra ciò che è visibile e ciò che è invisibile. Le gioie dell’amore primaverile, la ricchezza vitale e feconda dell’estate lasciano posto all’indugio introspettivo in un malinconico declino verso la madre terra. E così nella performance uno sparuto gruppetto di uomini tergiversa sui suoi passi, attardando il più possibile ogni piccola decisione, ponderando che la separazione tra gli opposti prima o poi si assottiglierà fino a scomparire. E tra il mesto girovagare e l’agonistico vigore, complice una stravagante consonanza, gioiscono e danzano allegramente sotto l’albero dei riti antichi.

L’assistenza alla coreografia è di Luca Zampar ed i danzatori sono lo stesso Luca Zampar insieme a Luca Campanella, Roberto Cocconi, Andrea Rizzo e Daniele Palmeri. La musica è l’Autunno di Vivaldi nella versione riscritta da Max Richter e eseguita dal vivo da Federico Albanese.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Il 25° Festival delle Colline Torinesi diventa "diffuso" e... dura un anno

    • dal 4 giugno 2020 al 30 giugno 2021
    • Varie location
  • Domeniche da favola, laboratorio teatrale per bambini al Q77

    • 9 maggio 2021
    • Q77
  • "Il piacere dell'onestà" di Pirandello al Teatro Carignano

    • dal 26 marzo al 9 maggio 2021
    • Teatro Carignano

I più visti

  • Il Bioparco Zoom ha riaperto: ad accogliere i visitatori il nuovo habitat con i rettili d'Africa e America

    • dal 26 aprile al 30 settembre 2021
    • Bioparco Zoom
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Torino

    • dal 6 al 5 maggio 2021
    • Torino
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento