"50 anni di impegno per la libertà", la mostra a Palazzo di Città

Mercoledì 28 marzo a Palazzo Civico inaugura la mostra "50 anni di impegno per la libertà (1966-2016)".L’eredità della Resistenza di ispirazione cristiana in Piemonte. Organizzata dal Centro Studi "Giorgio Catti" sulla Resistenza in Piemonte e da AssoArma Torino, l’esposizione rievoca il mezzo secolo di impegno del Centro Studi attraverso figure laiche ed ecclesiastiche come Valdo Fusi, Silvio Geuna, don Franco Peradotto, Anna Rosa Gallesio e Andrea Guglielminetti, un impegno volto a valorizzare il contributo dei cristiani alla Resistenza e alla rinascita delle istituzioni democratiche.

L'esposizione sarà allestita nel Loggiato antistante la Sala dei Marmi di Palazzo Civico. Resterà aperta al pubblico, gratuitamente, sino al 10 aprile 2018. L’iniziativa è patrocinata dalla Città di Torino, dal Consiglio Regionale del Piemonte e dall’Archivio Arcivescovile.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Caravaggio ai Musei Reali: da Roma arriva il San Giovanni Battista

    • dal 25 febbraio al 30 maggio 2021
    • Galleria Sabauda
  • A Carnevale la Reggia di Venaria resta aperta fino alle 19

    • dal 12 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Reggia di Venaria

I più visti

  • Tuliparty, al via la terza edizione: uno 'scorcio d'Olanda' a Pianezza

    • dal 27 marzo al 25 aprile 2021
    • vivaio
  • Il Castello di Moncalieri riapre al pubblico: prenotazione obbligatoria

    • dal 4 febbraio al 30 aprile 2021
    • Castello di Moncalieri
  • I Musei Reali ripartono: tutte le mostre da non perdere

    • dal 1 febbraio al 30 aprile 2021
    • Musei Reali
  • Apre a Torino la Voice Art Academy: lezioni a partire da ottobre

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 luglio 2021
    • Voice Art Academy
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TorinoToday è in caricamento