35° Lovers Film Festival a Torino, la madrina quest'anno è Gina Lollobrigida

Il protagonista della serata di chiusura sarà Achille Lauro

Gina Lollobrigida

A inaugurare il 35° Lovers Film Festival avrebbe dovuto essere Gina Lollobrigida, ma la serata di giovedì 22 ottobre è stata annullata con una nota diramata alle 13 circa di oggi. “Purtroppo, in accordo con il Museo Nazionale del Cinema abbiamo dovuto prendere questa decisione per evitare di sottoporre l’amica Gina Lollobrigida a uno stress che potesse aggravare il suo lieve malessere che comunque, fortunatamente non desta preoccupazione. Ci scusiamo con il pubblico anche a nome suo” sottolinea Vladimir Luxuria, direttrice del Lovers Film Festival. Lo showcase musicale con Le Kikies verrà recuperato in altra data.

La manifestazione, in programma dal 22 al 25 ottobre a Torino, potrà contare su un ricco parterre di ospiti e il protagonista della serata di chiusura sarà Achille Lauro.  

Ospiti speciali

Domenica 25 invece, in sala Cabiria, in un confronto sulla "mascolinità tossica" e il gender fluido, si incontreranno Luxuria, Achille Lauro e il politico e attivista Lgbt Alessandro Zan, relatore della legge contro l'omolesbotransfobia che approderà in Aula il 20 ottobre. Tra gli altri ospiti del Festival, venerdì 23 ottobre, l'attore Daniele Gattano che presenterà in anteprima il suo monologo inedito "Fuori!" e, sabato sempre in Sala Cabiria, il regista e direttore artistico Luca Tommassini, protagonista del talk "Una vita in moviemnto", insieme alla direttrice della kermesse. 

achille lauro-3

I numeri del festival 

In concorso ci saranno 32 titoli, tra lungometraggi, documentari e cortometraggi selezionati fra circa 300 lungometraggi e documentari, e circa 1000 cortometraggi. Ventidue leanteprime nazionali. I film in concorso provengono principalmente da Stati Uniti,Europa e Sud America. Molte le nazioni rappresentate fra cui anche: Iran, Israele, Georgia e
Repubblica Ceca. Fra i titoli fuori concorso protagonisti di Lovers 2020: Future Drei (Germania 2020) di Farad Shariat vincitore del Teddy Award per il miglior lungometraggio a Berlino 2020. Un debutto semi biografico in cui vengono raccontati con sensibilità tre diversi riflessi dell’immigrazione in Germania. In bilico tra il sentirsi stranieri e il permesso di potersi costruire una vita, mostra come anche la seconda generazione di immigrati sia ancora in movimento verso l’appartenenza alla società tedesca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A chiudere il festival invece il film "Douze Points" di Daniel Syrkin (Israele/Francia 2019): una pellicola in equilibrio fra la commedia, il thriller e il film satirico che narra una relazione unica tra due giovani musulmani durante il concorso di canzoni più color arcobaleno che si possa immaginare. Il protagonista è TJ, un orgoglioso cantante musulmano gay che realizza il suo sogno di rappresentare la Francia nel più grande concorso musicale d'Europa.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento