menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

VORREI FARE LA BABY SITTER

Come trovare un lavoro come baby sitter senza avere esperienza? Sono tante le ragazze che, soprattutto in un momento in cui è difficile trovare lavoro quando si finisce l’università, puntano a raccogliere qualche soldino impegnandosi in attività occasionali.

Se si è amanti dei bambini, si ha un’indole paziente e voglia di socializzare, la baby sitter può essere una mansione perfetta per una giovane. Ma il dubbio che il non avere esperienza potrebbe limitare le opportunità di trovare un lavoro è naturale.

E’ bene tenere a mente che, per il genitore che deve scegliere una baby sitter, l’esperienza è un elemento importante, ma non è l’unico. Anche passione, creatività, sincerità, oltre alla formazione specifica, sono fattori importanti. Per riuscire a trovare un primo lavoro da baby sitter senza esperienza il consiglio è valorizzare i punti di forza e trovare i canali giusti per proporsi alla famiglia adatta.

Se si ha una formazione specifica sull’insegnamento o la cura dei bambini questa è già un’ottima carta da giocare perché il percorso di studio prepara al lavoro e dimostra che prendersi cura dei bambini è proprio quello che si vuole fare. Se invece il percorso scolastico differisce, un corso di formazione per baby sitter potrebbe essere utile.

Il primo soccorso è poi sempre più richiesto dalle famiglie quindi anche un corso di disostruzione pediatrica potrebbe essere inserito nel cv.

Il passo successivo è proporsi a amici e parenti per guardare i piccoli della famiglia in modo da iniziare a fare esperienza e imparare cose nuove, magari senza compenso, giusto come formazione. Così ci si sentirà sempre più sicuri nel cambiare un pannolino o fare la pappa nel momento in cui troverà un impiego ‘professionale’.

Dopo di che è importante il canale che si sceglie per promuoversi: il passa parola è ancora oggi una fonte preziosa di contatti. Si possono attaccare inoltre i classici ‘bigliettini’ in negozi e scuole della propria zona e, allo stesso tempo, guardare al web. Se una neo laureata vuole trovare lavoro come baby sitter a Torino può individuare uno o più siti online specializzati nella messa in contatto di genitori e tate, facendo una ricerca geolocalizzata si avranno in evidenza tutte le famiglie che stanno cercando nel quartiere, con orari e mansioni richieste.

Una lettera di referenza fa sempre effetto su una famiglia in fase di colloquio ma se si è alla prima esperienza non è semplice da avere. Magari se si ha fatto volontariato, o piccoli lavoretti anche al di là del mondo dell’infanzia potrebbe essere un’idea presentarla. Da non dimenticare che quello che conta è l’empatia, che normalmente nasce dalle buone maniera, dal sorriso e dall’entusiasmo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento