menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torino da record di turisti durante il ponte del primo maggio

Secondo i dati Smat ci sono state 100 mila persone in più rispetto agli altri anni in città. Oltre agli alberghi quasi tutti pieni, i numeri sono molto alti anche per quanto riguarda gli ingressi nei luoghi di cultura

Il countdown che si faceva tempo fa in attesa dei grandi eventi in città è ormai pienamente finito. A Torino i turisti non si contano quasi più e nel ponte del primo maggio la conferma del potere attrattivo del capoluogo piemontese è stato ben dimostrato. Complice l’Ostensione straordinaria della Sindone che ha già portato al Duomo oltre 250 mila fedeli in appena due settimane, e il fine lavori e la riapertura del Museo Egizio, visitato da 120 mila persone nell’ultimo mese.

Le strade del centro cittadino si sono animate nonostante non ci fosse il bel tempo di una primavera già cominciata. Negozi aperti, bancarelle e persino più artisti di strada. A Torino nel week end del primo maggio si sono contate circa 100 mila persone in più rispetto agli altri anni, parola di Smat. Un numero molto alto che fa bene all’economia della città e, perché no, alla felicità di chi ci abita che si è finalmente tolto la nomea di “torinese freddo non accogliente”.

Il Museo Egizio è stato uno di quelli maggiormente presi d’assalto negli ultimi tre giorni. La fila per poter entrate all’interno e tornare indietro di secoli con la mente arrivava a metà via Maria Vittoria già dalla mattina. Ma l’Egizio non è stato l’unico a essere stato preso d’assalto. Ieri era la prima domenica del mese e l’ingresso nel musei statali era gratuita, un’occasione per vedere ciò che solitamente si paga che in pochi si sono fatti sfuggire. “La cultura non è morta”, si potrebbe dire in una sola frase: provato dagli oltre 13 mila ingressi al Museo del Cinema, 5 mila alla Gam, 4 mila a Palazzo Madama, quasi 3 mila al Museo d’Arte Orientale e 2 mila al Museo del Risorgimento. Numeri ancor più da record per la Reggia di Venaria, alle porte di Torino. Qui si parla di 25 mila tagliandi staccati nel ponte del primo maggio.

E non è ancora finita. Nelle prossime settimane, oltre agli appuntamenti sopra citati, si aggiungeranno il Salone del Libro (14-18 maggio), la partenza dell’ultima tappa del Giro d’Italia (31 maggio) e la visita di Papa Francesco (21-22 giugno). Ormai Torino non ha più nulla da invidiare alle capitali turistiche mondiali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento