Martedì, 28 Settembre 2021
Economia

Sessantadue treni soppressi al giorno in Piemonte, un dato "impressionante"

Le associazioni di consumatori ci vogliono vedere chiaro e si sono rivolte alla Regione Piemonte per avere trasparenza sulle troppe soppressioni dei treni. In Piemonte oltre 5.500 blocchi tra gennaio e marzo

Le associazioni di consumatori si appellano alle Regione Piemonte per avere risposte sul perché tanti, troppi treni siano stati cancellati dall'inizio dell'anno. Secondo la Repubblica.it tra gennaio e marzo oltre 5.500 convogli sono stati soppressi, un numero ritenuto spropositato, tanto da interrogare l'amministrazione per avere una maggior trasparenza sulla qualità del servizio di trasporto ferroviario.


Acu, Adiconsum, Adoc, Federconsumatori e Movimento consumatori hanno raccolto centinaia di segnalazioni e reclami e le hanno girate alle Regione per sapere i motivi dei disservizi segnalati dagli utenti. Dalla consultazione dei dati degli ultimi mesi le associazioni hanno potuto vedere i numeri reali delle soppressioni e i motivi. "E' come se fossero premeditate - spiegano i vertici delle associazioni a Repubblica.it - e a quanto ci viene detto dai sindacati le cose vanno sempre peggio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sessantadue treni soppressi al giorno in Piemonte, un dato "impressionante"

TorinoToday è in caricamento