Report semestrale a cura dell’ufficio studi Gabetti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Il mercato di Torino, nel primo semestre del 2013, ha mostrato una flessione delle quotazioni nell'ordine del 3,7%; i tempi di vendita sono su una media di 8-9 mesi, mentre gli sconti in sede di chiusura delle trattative si sono attestati mediamente intorno al 10-15%.

Per quanto riguarda le compravendite, secondo i dati dell'Agenzia del Territorio, nel primo trimestre del 2013, si sono realizzate 2.069 transazioni residenziali, -10,1% rispetto allo stesso trimestre del 2012. Nella restante provincia le transazioni sono state 2.580, -16,9% rispetto allo stesso periodo del 2012. Nel secondo trimestre le compravendite sono state rispettivamente 2.491 per il capoluogo e 3.283 per la restante provincia, rispettivamente -4,7% e -5,9% rispetto al secondo trimestre 2012.

L'andamento dei primi mesi del 2013, seppure in un contesto di diminuzione del numero delle compravendite, mostra un quadro meno negativo, rispetto a quanto evidenziato nel 2012, in cui si erano realizzate 9.356 transazioni residenziali nel capoluogo, -22,3%, rispetto al totale 2011, mentre nella restante provincia 12.828 transazioni, -24,4% rispetto all'anno precedente.

Torna su
TorinoToday è in caricamento