Economia

Da Torino al Qatar per il Congresso mondiale delle Camere di commercio

La Camera di commercio di Torino sarà presente come nelle precedenti edizioni, ma quest'anno con un motivo in più: ricevere ufficialmente il testimone da Doha, perché sarà Torino ad ospitare il 9° WCC del 2015: "Mostreremo il meglio che Torino può offrire"

Si apre domani a Doha, in Qatar, l’8° WCC - World Chambers Congress, il congresso che ogni due anni riunisce le Camere di commercio di tutto il mondo. La Camera di commercio di Torino sarà presente come nelle precedenti edizioni, ma quest’anno con un motivo in più: ricevere ufficialmente il testimone da Doha, perché sarà Torino ad ospitare il 9° WCC del 2015.

Il presidente Alessandro Barberis guiderà la delegazione torinese che a Doha presenterà non solo il “suo” congresso del 2015, ma anche gli aspetti economici e turistici di Torino e provincia, valorizzandone le eccellenze.

“A Doha e ai circa 1.500 partecipanti al congresso mostreremo il meglio che Torino può offrire, dalla nostra capacità di organizzare un evento prestigioso come il World Chambers Congress alle bellezze turistiche del territorio, oltre naturalmente alle nostre filiere produttive conosciute in tutto il mondo come automotive, aerospazio, design, agroalimentare – commenta il presidente Barberis - Da domani inoltre avremo l’occasione di consolidare gli ottimi rapporti economici con il Qatar, dove abbiamo un desk che dal 2008 ha dato assistenza a circa 300 nostre imprese.  Incontreremo i maggiori operatori economici qatarini, mentre alcune delle aziende più significative del settore piemontese del lusso, che saranno con noi a Doha, parteciperanno a incontri btob con potenziali partner locali”.  

Come sottolinea Maria Luisa Coppa, presidente Ascom Torino e membro del CdA di Turismo Torino e Provincia Convention & Visitors Bureau “È dal 2009 che seguiamo con la Camera di commercio di Torino, attraverso la costituzione di un Comitato organizzativo che ha gestito le attività legate alla preparazione del Congresso insieme alle principali istituzioni cittadine, la candidatura per ospitare il prestigioso Congresso Mondiale delle Camere di commercio; l’evento a Doha rappresenta, dopo l’edizione a Città del Messico, l’ultimo e fondamentale momento di promozione dell’edizione torinese, a livello mondiale, per il quale il nostro Ente ha partecipato attivamente”.

La Camera di commercio di Torino sarà presente a Doha con uno stand di 54 mq che avrà l’aspetto del Teatro Carignano come elegante palcoscenico del lifestyle torinese: al centro del palco verranno infatti proiettati filmati sul Congresso 2015, ma anche su Torino e il Piemonte. Fotografie del territorio, incorniciate come quadri, arricchiranno lo stand, dove i visitatori potranno ritirare materiale promozionale e la brochure di presentazione del Congresso 2015. Due aree saranno poi dedicate agli incontri istituzionali e delle imprese.

 La delegazione torinese, guidata da Alessandro Barberis presidente della Camera di commercio di Torino, è composta da Guido Bolatto Segretario generale dell’ente camerale e da Maria Luisa Coppa membro del CdA di Turismo Torino e Provincia e presidente Ascom Torino.

Ci sarà anche Licia Mattioli, presidente dell’Unione Industriale di Torino, che commenta: "Vediamo questo convegno in Qatar come un momento nel quale poter far conoscere una volta di più a questa parte del mondo l'Italian way of life". Saranno infatti in Qatar 8 aziende dei settori lusso e design, nell’ambito del progetto “Piemonte Creative Industries”, gestito dal Centro Estero per l’Internazionalizzazione su incarico di Regione Piemonte e Camere di commercio di Torino, Biella e Verbano Cusio Ossola: Aurora, Gobino, Fisico, Mattioli, Pininfarina, Mabele, Italian design torino, GP Design&Brunazzi (v. scheda allegata).

La delegazione parteciperà ai lavori del Congresso, iniziando dalla Cerimonia di apertura prevista domani mattina; nel pomeriggio Alessandro Barberis, in qualità di membro del Board della World Chambers Federation premierà la Camera di commercio vincitrice del premio “Best international project”, mentre Guido Bolatto presenterà al workshop “Great Ideas” l’innovativo format organizzativo che verrà utilizzato al Congresso di Torino.

In serata, l’Ambasciatore d’Italia in Qatar Guido De Sanctis ospiterà presso la sua residenza la delegazione torinese, i membri del Board della World Chambers Federation, le autorità e le istituzioni economiche qatarine in una serata di gala dedicata al Congresso di Torino del 2015. Durante l’evento è prevista la presentazione del territorio subalpino e delle aziende Exclusive Brands Torino che fanno parte della delegazione.

Mercoledì 24 presso l’Exhibition Area del Congresso, la delegazione torinese composta dal presidente Barberis, da Guido Bolatto e da Licia Mattioli, presidente dell’Unione Industriale di Torino, è stata invitata a presentare Torino e i temi del Congresso 2015. Ma il momento ufficiale di passaggio del testimone da Doha 2013 a Torino 2015 si avrà con il discorso ufficiale del presidente della Camera di commercio di Torino, Alessandro Barberis, alla Cerimonia di chiusura del Congresso il 25 aprile. Durante questi tre giorni le 8 imprese piemontesi che seguiranno la delegazione avranno un ricco programma di incontri con potenziali partner qatarini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Torino al Qatar per il Congresso mondiale delle Camere di commercio

TorinoToday è in caricamento