menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torino: cresce il costo delle case a giugno 2018

Nel capoluogo piemontese il costo delle case cresce dell’1,2% nel periodo marzo-giugno, superando i 1.700 euro al mq.

È stato un 2018 con segno positivo fin qui per il mercato immobiliare di Torino. Secondo l’ultimo Osservatorio sul settore realizzato da Immobiliare.it, da dicembre 2017 i prezzi sono tornati a salire: +0,2% su base semestrale, +1,2% nel trimestre che va da marzo a giugno 2018.

Con un prezzo al metro quadro di 1.711 euro, oggi per comprare un bilocale a Torino di circa 65 mq bisogna mettere in conto una spesa di circa 110 mila euro. Eppure la città della Mole è soltanto terza in Piemonte per i valori delle case, superata da Verbania (1.957 euro/mq) e Cuneo (1.904 euro/mq). Valori in ogni caso ancora lontanissimi da quelli delle altre grandi città italiane: Milano, Roma e Firenze viaggiano ben oltre i 3.000 euro/mq, Bologna e Napoli superano facilmente i 2.500 euro/mq. Un trend confermato anche da una recente indagine di Immobiliare.it sul costo delle case ai piani alti degli edifici: se in molte città italiane questo “benefit” può arrivare a costare anche il 30% in più rispetto alla media, a Torino per una casa ad alta quota si spende solo l’11% in più rispetto alla media cittadina dei prezzi.

Torino si conferma la grande città più economica anche per quanto riguarda gli affitti. Che qui si aggirano sugli 8,44 euro al metro quadro, valore rimasto pressoché stabile su base annuale (-0,2%), ma in forte crescita negli ultimi sei mesi (+3,9%). La città della Mole è la più economica del Nord Italia e anche in questo caso è ben marcata la differenza con capoluoghi più cari come Milano (16,66 euro/mq), Firenze (15 euro/mq) e Roma (13,91 euro/mq).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento