Economia

Comune tirchio con i cittadini, Torino tra le città più virtuose d'Italia

Il fabbisogno standard per abitante è calcolato tenendo conto dei servizi offerti e delle caratteristiche sociali ed economiche della popolazione e la spesa effettiva realizzata nel 2010

Mentre il cittadino torinese avrebbe bisogno di una spesa pro-capite di 1050 euro, il Comune ne spende soltanto 984.

Secondo i dati del Ministero dell'Economia e delle Finanze, Torino è uno tra i Comuni che spendono meno di quanto potrebbero per i suoi cittadini, sicuramente un bel risparmio per le casse pubbliche.

Il fabbisogno standard per abitante è calcolato tenendo conto dei servizi offerti e delle caratteristiche sociali ed economiche della popolazione e la spesa effettiva realizzata nel 2010.

In Italia, il primato del Comune più virtuoso spetta a Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro, dove mentre ogni cittadino avrebbe bisogno di 607 euro, l'amministrazione pubblica è disposta a spenderne solo 429. Il Comune più spendaccione, invece, è Perugia: qui l'amministrazione non bada a spese per i propri abitanti.

A Torino non resta che collocarsi dopo Campobasso e Genova: per i torinesi il Comune non è disposto a spendere quanto dovrebbe per soddisfare i loro fabbisogni. Anche se ci si chiede spesso, dove i fondi vadano a finire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune tirchio con i cittadini, Torino tra le città più virtuose d'Italia

TorinoToday è in caricamento