Mercoledì, 28 Luglio 2021
Economia

Arriva T-Frutta, la app che fa risparmiare facendo la spesa

A Torino e in provincia è già disponibile l'applicazione per smartphone e tablet che permette al consumatore, facendo la spesa nei grandi supermercati, di ricevere un credito in denaro

Risparmiare facendo la spesa. Un paradosso che grazie a T-Frutta, la prima app per smartphone e tablet a introdurre in Italia il concetto di cash-back, è già possibile anche sul territorio di Torino e provincia. Scaricabile dall'Apple Store o da Google Play, consente ai consumatori di risparmiare denaro quando acquistano prodotti di determinate marche in promozione, presso la grande distribuzione. Sarà sufficiente fotografare lo scontrino e caricarlo sulla app, per ricevere velocemente l'accredito in denaro su Paypal, conto corrente bancario o tramite assegno. 

I soldi che il consumatore otterrà potranno essere utilizzati nel modo che egli riterrà opportuno: non si tratta infatti di una conversione in buoni e non esiste alcun obbligo di spesa.

Il software usato da T-Frutta - che rimanda al significato "ti fa guadagnare" - lanciato da Ubiq e acquisito da Sia all'inizio dell'anno, è nato nell'ambito dell'Università di Parma e l'ideatore, supportato dai suoi studenti, è Davide Pellegrini: "Nella app c'è un motore intelligente - ha spiegato - che identifica le informazioni e le indicazioni sui prodotti acquistati riportati sullo scontrino di cassa e rileva in automatico il credito a vantaggio del consumatore. Questa operazione al momento è possibile facendo la spesa nei grandi supermercati ma alcuni negozi più piccoli ci hanno già chiesto di collaborare".

Al momento sono 25 le aziende del largo consumo coinvolte nell'operazione T-Frutta che colgono così la possibilità di promuovere i propri prodotti in modo innovativo e su target specifici. E in arrivo ci sono molti altri brand anche se tra i marchi figurano già quelli più noti al grande pubblico: Ferrero, Barilla, Lavazza, Parmalat, Campari e Nivea.  

T-Frutta è già stata sperimentata a Modena, Roma e per otto mesi a Milano ottenendo un buon successo. A un anno dal lancio sono quasi 43 mila gli utenti attivi, più di 362 mila gli scontrini gestiti e oltre 472 mila euro di cash-back erogati. L'obiettivo è quello di diffondere T-Frutta su tutto il territorio nazionale entro l'estate 2016. A breve T-Frutta sarà disponibile in tutto il Piemonte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva T-Frutta, la app che fa risparmiare facendo la spesa

TorinoToday è in caricamento