rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Economia Grugliasco / Corso Canonico Giuseppe Allamano

Sciopero alla Maserati di Grugliasco: "Chiudono stabilimento per trasferire a Mirafiori cassa integrazione"

Mobilitazione indetta dalla Fiom

Sciopero di un'ora questa mattina, martedì 19 ottobre, alla Maserati di Grugliasco. La mobilitazione, guidata dalla Fiom, è nata dopo un'assemblea sindacale unitaria che si è tenuta nello stabilimento. "Hanno deciso di fermarsi un'ora perché il dato è che chiudono lo stabilimento", spiega Edi Lazzi. 

Lo sciopero infatti nasce in seguito alla volontà del Gruppo Stellantis di spostare la produzione della Maserati presso lo stabilimento di Mirafiori a Torino entro il 2024. In totale verranno coinvolti oltre 1.000 lavoratori. "Non essendoci nuovi prodotti, a Mirafiori stanno semplicemente trasferendo cassa integrazione, perché di questo si tratta. I lavoratori non sono stupidi". 

Davanti ai candelli dello stabilimento di Grugliasco in presidio sono scesi anche lavoratori dei servizi, come addetti alle pulizie e alle mense: "È evidente che con la chiusura dello stabilimento le prime ripercussioni cadranno su di loro e quindi c'è il rischio che le mense e le pulizie licenzino quei lavoratori. Non è vero che di fatto è indolore lo spostamento", continua Edi Lazzi. 

"Noi vogliamo far luce anche su questa problematica perché è evidente che bisogna provare a evitare che queste ripercussioni le paghino quei lavoratori con il licenziamento", conclude Lazzi. Il 25 ottobre si dovrebbe tenere un incontro tra i sindacati e l'azienda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero alla Maserati di Grugliasco: "Chiudono stabilimento per trasferire a Mirafiori cassa integrazione"

TorinoToday è in caricamento