Economia

Via libera del Consiglio comunale per la Tares, la nuova tassa sui rifiuti

In ossequio alla norma nazionale e alla relativa delibera della giunta comunale, il Consiglio comunale ha approvato l’istituzione della Tares, il nuovo tributo sulla raccolta dei rifiuti che da quest’anno sostituisce la Tarsu

TORINO - Dopo l'approvazione della Giunta del sindaco Fassino, anche il Consiglio comunale di Torino ha dato il via libera all'istituzione della Tares, la nuova tassa dei rifiuti che da quest'anno sostituisce la Tarsu.

Nella delibera approvata sono state definite le quattro scadenze del nuovo tributo sui rifiuti e sui servizi: tre sono a titolo di acconto e con importi commisurati alle tariffe Tarsu applicate nel 2012 e una quarta di conguaglio che terrà conto delle tariffe stabilite per l’anno 2013.

Le scadenze sono state confermate interamente dal Consiglio comunale. Per le famiglie il primo pagamento del tributo è fissato per il 15 settembre, i successivi il 15 ottobre e il 15 novembre. Per le utenze non domestiche (attività commerciali, artigianali, ecc.) le prima rata dovrà essere versata entro il 20 maggio, le successive con scadenza 20 giugno e 20 luglio. Per l’importo dovuto a conguaglio sono due le scadenze, introdotte da un emendamento della giunta: il 15 dicembre per le famiglie e il 15 novembre per le utenze non domestiche.

Per le tre rate di acconto il pagamento sarà chiesto con l’invio di avvisi a cittadini e imprese e il pagamento potrà avvenire con le modalità già previste negli anni passati per la Tarsu. La tassazione stabilita dalla Tares, come stabilito dalla legge, d'ora in poi dovrà coprire integralmente i costi del servizio raccolta rifiuti e quelli accessori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via libera del Consiglio comunale per la Tares, la nuova tassa sui rifiuti

TorinoToday è in caricamento