De Tomaso: la speranza è una nuova proroga della cig straordinaria

Il 4 maggio scade la cassa integrazione per oltre mille dipendenti della De Tomaso. Per il momento non sono pervenute offerte che possano far pensare ad una cessione dell'azienda. Martedì si discute di una nuova proroga

La cassa integrazione straordinaria dei lavoratori della De Tomaso è giunta alla fine. Il 4 maggio è la data segnata in rosso sul calendario di oltre 1.100 lavoratori in Italia, di cui più di 900 solo a Torino, gli altri nella sede di Livorno. Ma le notizie, seppur non possono definirsi positive, sono arrivate. Sembra infatti che per il momento siano scongiurati i licenziamenti, in attesa dell'incontro al ministero del Lavoro, previsto per martedì 6 maggio.

Attualmente non sono pervenute offerte per l'acquisizione dell'azienda, cosa che ha gettato nello sconforto i lavoratori che per mesi hanno manifestato e chiesto certezze. Ora la speranza è che la cassa integrazione venga ulteriormente prorogata per qualche mese, in modo tale da poter verificare nuove prospettive industriali.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Serata di inferno sotto la pioggia in tangenziale: due incidenti, un morto e quattro feriti

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento