menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiat Mirafiori, la produzione di auto nel 2019 è al minimo storico

Si spera nella nuova 500 elettrica

Il 2019 non è stato un anno positivo per Mirafiori. Secondo i dati forniti dai sindacati, le carrozzerie di corso Tazzoli della Fiat hanno prodotto 11.181 vetture, un numero quasi paragonabile a quello della Ferrari che negli stessi mesi ha realizzato poco più di 10mila auto. 

Nel 2006 si produceva 10 volte di più

Considerando anche le linee della Maserati di Grugliasco, il polo torinese dell'auto è arrivato a realizzare circa 20mila automobili: numeri che non fanno sorridere se si pensa che nel 2006 ne furono prodotte 218mila. Una riduzione dovuta principalmente al passaggio di produzione dalle utilitarie alle auto prestigiose: negli anni d'oro di Mirafiori, che vedevano uscire dalle carrozzerie anche un milione di auto all'anno, si fabbricavano modelli a basso costo e di successo come la 500 e la 600.

L'ultima utilitaria uscita dalle fabbriche torinesi è stata l'Alfa Mito, la cui produzione è cessata nel 2018. Oggi i modelli che escono dalle carrozzerie sono principalmente i suv Maserati Levante dal costo minimo di 80mila euro, non certo alla portata di tutti. 

Calo dell'occupazione

Un altro elemento da considerare è l'occupazione. Se negli anni 70 Mirafiori contava quasi 70mila dipendenti, oggi lo stabilimento ne conta meno di 10mila, di cui gli addetti alle carrozzerie sono 2900. Ora si attende con ansia la produzione della nuova 500 elettrica che occuperà 1200 persone riducendo a 500 gli esuberi complessivi.

La nuova auto potrebbe essere prodotta in 80mila esemplari l'anno, ma i numeri riguardano la capacità produttiva: in realtà sul mercato non c'è ancora una richiesta di questo tipo e si ipotizza la produzione di un numero di vetture che si aggira attorno ai 40-50mila.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento