Combattiamo la crisi comprando per natale solo prodotti italiani

Situazione disastrosa del calo dei consumi dovuta ad aumento tasse e iva

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Peggiorerà la situazione perchè ancora oggi Le famiglie e le piccole e medie imprese non conoscono il carico fiscale che dovranno sopportare nel prossimo mese di dicembre e nel 2014. Secondo Federconsumatori, infatti, crollano anche nel 2013 i consumi per Natale, subendo il -11,2%. Ogni famiglia, quindi, spenderà "appena 132 euro", contro il 148 dell'anno scorso. Ciò significa che in 6 anni le famiglie del nostro paese hanno ridotto i consumi legati alle feste del 42,7%, tagliando le spese natalizie per la maxi cifra di 7,7 miliardi di euro.

Unica via Per contrastare questa pericolosa tendenza è quella di stimolare una ripresa della domanda di mercato, attraverso una campagna istituzionale sull ' importanza economica ma anche di benessere e salute del consumo dei prodotti certificati al 100% Made in Italy. Tale iniziativa ha l'obiettivo di consentire al consumatore di avere la garanzia sull'origine italiana e sulla qualità dei prodotti acquistati. Inoltre comprando prodotti coltivati in Italia si risparmia e si incentiva lo sviluppo del proprio territorio.

Torna su
TorinoToday è in caricamento