Economia

Case in montagna, prezzi in picchiata sulle montagne olimpiche

Da Sestriere a Bardonecchia, da Pragelato a Sauze. Le località turistiche di montagna del Piemonte hanno registrato nel 2012 una contrazione dei valori del 5,8%

Le quotazioni delle case in montagna hanno registrato una diminuzione dei prezzi nell'ultimo anno. Le località turistiche di montagna del Piemonte hanno registrato nel 2012 una contrazione dei valori del 5,8%. E le quotazioni delle abitazioni delle località turistiche delle Valli Olimpiche hanno segnalato un ribasso del 4,3%. Lo rivela uno studio di Tecnocasa.

SESTRIERE - In diminuzione del 4,1% le quotazioni a Sestriere nel primo semestre. Rimane ampio il divario tra la disponibilità di spesa dei potenziali acquirenti ed i valori richiesti dai proprietari, spesso infatti chi non ha necessità di vendere preferisce tenere vuota l’abitazione piuttosto che ribassare il prezzo, anche perché si denotano perplessità sull’utilizzo futuro del capitale incassato. A Sestriere gli acquirenti arrivano principalmente dalla Liguria e dal Piemonte, la scelta ricade in genere sui bilocali ed il capitale a disposizione è mediamente di 120 mila €, cifra nettamente inferiore a quelli che sono i valori richiesti dai proprietari. Da segnalare un buon interesse per le abitazioni che si trovano nelle borgate di Sestriere, come ad esempio Grangesises e Borgata, che si trovano entrambe a circa 3 chilometri dal centro del paese e sono caratterizzate soprattutto da baite dal valore compreso tra 2400 e 3200 € al mq. L’interesse per le Borgate è determinato prevalentemente dalla presenza di prezzi competitivi.

BARDONECCHIA - A Bardonecchia nella prima parte del 2012 si è registrato un ribasso delle quotazioni. I primi mesi dell’anno in particolare hanno evidenziato un’importante contrazione della domanda. Da maggio in poi la fiducia degli acquirenti è aumentata ed il mercato attualmente risulta dinamico, anche grazie ad una maggiore flessibilità dei venditori. Male il nuovo ed il settore di lusso, dove si registra un calo delle richieste legato prevalentemente a prezzi ancora troppo elevati. Sempre più rari gli acquisti da parte di piccoli risparmiatori, un tempo molto attivi sulle soluzioni con prezzi fino a 130 mila €. Attualmente a muoversi sul mercato sono persone dal reddito medio- alto, provenienti prevalentemente dal Piemonte ma anche da Milano e da Genova in cerca di bilocali e trilocali dal valore compreso tra 150 e 350 mila €. Particolarmente apprezzata la zona di Campo Smith - Campo Principe, che sorge nei pressi degli impianti di risalita ed offre abitazioni tipiche di montagna nuove a 6500 € al mq.

PRAGELATO - A Pragelato nel 2012 i valori delle abitazioni sono diminuiti mediamente del 5% rispetto al semestre precedente. Gli acquirenti si sono dimostrati più riflessivi. Il mercato immobiliare di Pragelato è alimentato esclusivamente da turisti provenienti da Torino e provincia ed ultimamente anche dall’astigiano. La maggior parte delle compravendite si concentra su bilocali da 45 mq con 4 posti e letto dal valore compreso tra 100 e 150 mila €.

SAUZE -  Sostanzialmente stabili le quotazioni a Sauze D’Oulx nella prima parte dell’anno, dove si segnala una contrazione del numero di compravendite determinata principalmente dal clima di sfiducia generale che ha contraddistinto il primo semestre del 2012. Ad acquistare sono famiglie provenienti dal Piemonte, in particolare da Torino ed hinterland, ed in parte minore anche dalla Liguria. La domanda si orienta verso soluzioni che si trovano nelle aree più servite, oppure in quelle zone da cui è più semplice raggiungere gli impianti di risalita.

VERNANTE E LIMONE - Nei primi sei mesi del 2012 il mercato di Vernante e Limone Piemonte ha subito una battuta d’arresto, con valori in calo tra -11% e -14%, in particolar modo tra la fine di Marzo e Agosto,quando l’incertezza legata all’IMU ha reso incerti e riflessivi i potenziali clienti. A ciò va aggiunto il prezzo ancora troppo elevato delle nuove costruzioni. Il mercato di queste due località della “Comunità Montana delle Alpi del Mare” è composto quasi esclusivamente da turisti, provenienti in particolar modo dalle provincie di Imperia e Genova, ma anche da Torino.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case in montagna, prezzi in picchiata sulle montagne olimpiche

TorinoToday è in caricamento