Giovedì, 23 Settembre 2021
Economia Crocetta / Via Magenta

Bertone: oggi è il giorno della verità. A rischio mobilità gli operai

Oggi pomeriggio dalle 15 l'incontro-verità nella sede dell'Assessorato al Lavoro della regione Piemonte. Molti i punti da chiarire, a partire dagli investimenti e da chi verrà impegnato nella produzione

Oggi è il giorno della Bertone. Nel primo pomeriggio è infatti prevista una riunione nella sede torinese dell'Assessorato regionale al Lavoro in cui si saprà, ad esempio, se nella fabbrica di Grugliasco verrà realizzato un modello della Maserati, come auspicato. Gli investimenti però potrebbero non arrivare, lo si è intuito dagli incontri dei giorni scorsi, in cui la Fiat ha lasciato intendere che non sarà sufficiente un accordo come quello di Pomigliano, ma la stessa Fiom dovrà sottoscrivere l'intesa come organizzazione.


La paura dei lavoratori è però anche un'altra. C'è il rischio che gli investimenti arrivino, cosa positiva, ma che la produzione non interessi gli attuali dipendenti della ex Bertone, quelle che da due anni stanno andando avanti con la cassa integrazione. C'è l'articolo 63 della legge Prodi bis, oltre che gli impegni presi a suo tempo a Lingotto, che obbliga la Fiat a tenere sotto contratto i lavoratori per due anni e cioè fino al prossimo novembre. Poi potrebbe scattare la mobilità per parte degli oltre mila operai.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bertone: oggi è il giorno della verità. A rischio mobilità gli operai

TorinoToday è in caricamento