Economia Centro / Piazza Castello

L'allarme dei lavoratori degli appalti ferroviari: "La cassa integrazione non è ancora stata pagata"

La protesta in piazza Castello mercoledì 17 giugno

Si terrà domani, mercoledì 17 giugno, nel rispetto del distanziamento sociale, in piazza Castello a Torino, il presidio delle lavoratrici e dei lavoratori degli appalti ferroviari del Piemonte. La manifestazione è in programma dalle 10.30 alle 13.00 ed è organizzata da Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl Ferroviari, Fast ConfSal, Orsa Torino e Piemonte.

I sindacati denunciano la mancata erogazione degli importi relativi alla cassa integrazione in deroga aperta nel mese di marzo, a livello nazionale, per l’emergenza Covid 19 e l’insostenibilità del perdurare di tale situazione. " Oltre a ciò, precisano in una nota - si va a sommare la mancata erogazione della retribuzione dei mesi di novembre, dicembre e della tredicesima mensilità dovuta al fallimento del Consorzio Manital Idea" .

Nella lettera inviata al Prefetto Claudio Palomba, al governatore del Piemonte Alberto Cirio e all'assessore regionale ai Trasporti Marco Gabusi, i sindacati, oltre ad annunciare data e luogo del presidio, puntualizza o come, a loro avviso, “l’impegno assunto dal Presidente Cirio - che il 5 giugno scorso aveva dichiarato, al termine dell’incontro con il direttore regionale dell’Inps, che tutti i lavoratori devono ricevere la cassa integrazione in deroga entro il 21 giugno – dovrebbe riguardare anche le procedure di cassa integrazione aperte da aziende che hanno sede in territori diversi dal Piemonte, pur avendo occupati in Piemonte”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'allarme dei lavoratori degli appalti ferroviari: "La cassa integrazione non è ancora stata pagata"

TorinoToday è in caricamento