Economia Centro / Piazza della Repubblica

Porta Palazzo si dividerà tra turismo e commercio: così il quartiere sta già cambiando

Ne ha parlato l'assessore al commercio all'assemblea di Confesercenti

Immagine di repertorio

Nel futuro di Porta Palazzo c'è il turismo. Di questo ne è assolutamente convinto l'assessore al commercio del Comune di Torino, Alberto Sacco. Lo ha ribadito questa mattina - domenica 27 giugno - durante il suo intervento all'Assemblea di Confesercenti che si è tenuta proprio presso la tettoia del mercato agricolo di Piazza della Repubblica. 

In quindici minuti Sacco ha voluto fare il punto del lavoro svolto dal Comune negli ultimi cinque anni e ha dedicato ampio spazio al percorso di riqualificazione del quartiere multietnico e popolare che si trova a pochi passi da Piazza Palazzo di Città.

Aurora in pochi anni cambierà volto dunque: "Qui a Porta Palazzo già vedete quel che abbiamo fatto", spiega Sacco, "Ci sono Combo, il Mercato Centrale, avremo tutti i banchetti dell'ortofrutta rifatti e ho visto finalmente il bando del nuovo mercato ittico. Inoltre è stato spostato il 'barattolo' che, pur riconoscendo la valenza sociale di quell'esperienza, era tra le case e c'era gente veramente disperata. Questa zona diventerà fortemente turistica". 

Due sono i progetti pronti a partire: l'ostello su Ponte Mosca e la riqualificazione dell'ex mercato dei fiori. "La città ha fatto un altro miracolo, siamo riusciti a prendere uno dei più grandi investitori internazionali, una società olandese che si chiama Student Hotel, che ha studentati bellissimi e che farà un investimento da 100 milioni di euro a Ponte Mosca", ha spiegato Sacco.  

"Abbiamo trovato un altro investitore, una società spagnola, che riqualificherà il mercato dei fiori che si trova di fianco al biscottificio e alle Robe di Kappa", continua l'assessore al commercio, "Sorgerà un club dove si potrà andare con pochi euro, una ottantina, insieme a tutta la famiglia e ci sarà anche la piscina".

Altro pezzo da aggiungere al puzzle sarà l'hotel di lusso che sorgerà nell'edificio dell'ex Procura tra via Milano, via Tasso e via Conte Verde. L'edificio è stato preso da una catena internazionale che per la prima volta investirà su Torino. 

Dunque Porta Palazzo, e Aurora in generale, secondo la visione di Sacco presto potrebbe cambiare radicalmente natura. La strada sembrerebbe tracciata e chi verrà, chiunque sia, dovrà decidere se proseguire su questo percorso oppure no. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta Palazzo si dividerà tra turismo e commercio: così il quartiere sta già cambiando

TorinoToday è in caricamento