rotate-mobile
Economia Centro / Corso Inghilterra

PNRR, 120 milioni di euro distribuiti in 45 interventi: ecco i Comuni coinvolti nel torinese

I Comuni sono stati raggruppati in 5 aree territoriali

Sono oltre 120 i milioni di euro di cui potrà beneficiare il territorio della Città metropolitana di Torino per progetti di inclusione e coesione sociale. In tutto sono stati ipotizzati 45 interventi suddivisi in 5 aree territoriali, ognuna con un Comune capofila.  

Le aree territoriali sono: 

Ambito Carmagnola: Cambiano, Carignano, Carmagnola, Osasio, Pino Torinese, Trofarello, Villastellone
Ambito Pinerolo: Pinerolo, Villar Perosa, Piscina, Scalenghe, Villafranca Piemonte, Torre Pellice, Roletto, Usseglio
Ambito Ivrea: Castellamonte, Cuorgnè, Borgiallo, Feletto, Ivrea, Banchette, Strambino-San Giorgio Canavese, Rivarolo Canavese
Ambito Grugliasco: Alpignano, Grugliasco, Chieri, Moncalieri, Druento, Collegno, Rivoli, Pianezza, Vinovo, Venaria Reale, Chivasso, Rosta, Leinì, Settimo Torinese, Nichelino, Borgaro Torinese, Rivalta, Beinasco
Ambito Valle di Susa: Avigliana, Bussoleno, Giaveno, Exilles.

Nell’ambito territoriale con capofila Carmagnola sono stati ammessi i progetti presentati da 7 Comuni, che riceveranno risorse per 16 milioni di euro. Ai 18 Comuni dell’ambito il cui capofila è Grugliasco andranno 57 milioni. Sono 8 i Comuni dell’ambito di Pinerolo, a cui sono destinati fondi per 19 milioni; mentre 18 milioni e mezzo vanno agli 8 Comuni dell’ambito di Ivrea; e 10 milioni ai 4 Comuni dell’ambito della Valle di Susa.

"Mentre 113 milioni sono stati riservati ai progetti della Città di Torino per la rete delle biblioteche comunali, ben 120 milioni di euro sono destinati fuori dal capoluogo: una scelta precisa per i cittadini", - ha detto il Sindaco metropolitano Lo Russo, "consapevole che se riparte la Città Metropolitana di Torino riparte l’intero Piemonte".

"Grazie ai fondi del PNRR sulla Missione 5 per inclusione e coesione sociale un milione e 200.000 cittadini del territorio metropolitano torinese potranno fruire di servizi a livello locale a carattere sociale o che abbiamo individuato per ricostruire un incontro intergenerazionale e interculturale", sottolinea Stefano Lo Russo, il Sindaco metropolitano, "Sarà possibile realizzare servizi e spazi nuovi o riqualificarne di esistenti in termini di accessibilità e di sostenibilità".

Lunedì 21 marzo la Città Metropolitana trasmetterà al Governo i progetti di Torino e dei 45 Comuni metropolitani, per arrivare entro giugno alla loro approvazione.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PNRR, 120 milioni di euro distribuiti in 45 interventi: ecco i Comuni coinvolti nel torinese

TorinoToday è in caricamento