Economia

Sicurezza alla guida: attenzione alle bufale del web

Un'arma a doppio taglio: questo è probabilmente il modo più immediato di definire Internet, un mondo dalle potenzialità infinite, nel bene e nel male. Ecco perché abbiamo chiesto un supporto a Sergio Vitale, fondatore di EuroimportPneumatici.com, azienda torinese che è riuscita a imporsi nel mondo della vendita di pneumatici online nei suoi sette anni di attività, diventando un punto di riferimento per chi vuole trovare il prodotto giusto a un prezzo conveniente

Sulla Rete viviamo la maggior parte della nostra giornata, reperiamo informazioni, ci formiamo delle idee. Ma non sempre è facile distinguere il “vero” dal “falso”, e a volte anche argomenti delicati come la sicurezza alla guida vengono trattati senza la giusta competenza.

Prendiamo il caso degli pneumatici invernali, che spesso finiscono sotto la lente di ingrandimento  del “popolo del web” e non solo: qualche settimana fa, durante il suo show su LA7 “Crozza nel Paese delle meraviglie”, il comico Maurizio Crozza ha pesantemente ironizzato sull’obbligo di montare gomme invernali a partire dal 15 novembre, imposto dal Codice della Strada per limitare i rischi alla guida nei periodi freddi e in presenza di neve o ghiaccio. Nel suo sketch, l’attore raccontava che questo tipo di pneumatico è stato inventato dalla fantomatica multinazionale “Inc. Cool 8” (inutile spiegare il doppio senso di questo nome) come sistema per guadagnare ulteriori soldi, perché “non servono a nulla”.

Tuttavia, non possiamo certo basarci esclusivamente sulle battute e sulle considerazioni di un comico, per quanto bravo e simpatico come Maurizio Crozza. Ecco perché abbiamo chiesto un supporto a Sergio Vitale, fondatore di EuroimportPneumatici.com, azienda torinese che è riuscita a imporsi nel mondo della vendita di pneumatici online.

Sergio, innanzitutto facciamo chiarezza sulle gomme invernali?
«Certamente. Ma prima di entrare in dettagli tecnici e spiegazioni sulle prestazioni, vorrei citare un episodio avvenuto qualche giorno fa, e per la precisione il 7 febbraio, quando un’intensa nevicata ha interessato la provincia piemontese e ha creato difficoltà alla circolazione in alcuni tratti della Torino-Savona, creando disagi e rallentamenti. Ebbene, nel bollettino diramato dalla società autostradale viene spiegato che i problemi sono causati anche da “diverse vetture non adeguatamente equipaggiate” per la circolazione invernale, che “faticano nel procedere o si intraversano”. Credo che basti questo a rispondere alle provocazioni di Crozza».

Gli pneumatici invernali servono, dunque?
«È evidente che bisogna fare dei distinguo. Gli automobilisti che abitano a Napoli o Palermo, ad esempio, e che non hanno una seconda casa in montagna né hanno in programma escursioni nei weekend possono trovare poco utile procedere al cambio delle gomme, anche se quelle estive hanno prestazioni inferiori in condizioni di forti piogge o temperatura dell’asfalto bassa. Ma per chi vive nelle zone del Nord, e anche nella zona Torino, direi che è meglio procedere con tutte le accortezze offerte dal mercato, anche per evitare di incappare in sanzioni da parte della Polizia Stradale».

A cosa fai riferimento?
«Secondo le direttive del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, gli Enti gestori e proprietari di strade hanno la facoltà di individuare dei tratti in cui prescrivere l’obbligo di circolare con catene da neve a bordo o gomme invernali tra la metà di novembre e la metà di aprile: guardando nel dettaglio la zona provinciale di Torino, sono ben 272 le zone ritenute a rischio e quindi oggetto di varie ordinanze. Parliamo di strade provinciali e ovviamente percorsi extraurbani di montagna o collina, dove le condizioni meteo possono rendere complicata la guida, come avvenuto appunto lungo la Torino-Savona. In questi casi, l’utilizzo di pneumatici invernali diventa strategico, perché sono prodotti specificamente studiati per garantire maggiore sicurezza su fondi ghiacciati, innevati o con abbondante pioggia e, in particolare, quando il termometro comincia a scendere sotto i 7 gradi».

Non sono una spesa inutile, allora?
«Nonostante le polemiche sul web e le battute di Crozza, le gomme invernali consentono di limitare gli eventuali rischi derivanti dalla guida e, di conseguenza, di salvaguardare l’incolumità delle persone. A chi è preoccupato dal costo di questi pneumatici consiglio di fare un salto sul nostro portale Euroimport Pneumatici: vedrà che ci sono offerte quotidiane, che consentono di portare a casa un buon prodotto a prezzo conveniente».

             gomme invernali-3 sicurezza stradale-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza alla guida: attenzione alle bufale del web

TorinoToday è in caricamento