Sabato, 25 Settembre 2021
Economia Orbassano

Sila Telecomandi, presidio ad Orbassano contro i 98 licenziamenti

"Nella globalizzazione del mercato - dice la Fiom Cgil - anche i lavoratori devono ricercare la loro globalizzazione: quella della solidarietà e della difesadel posto di lavoro"

Presidio molto partecipato, questa mattina ad Orbassano, davanti alla Holding del gruppo Sila, per protestare contro i 98 licenziamenti annunciati dall'azienda per la cessata attività del sito di Nichelino, fornitore di cambi e cavi flessibili di comando a distanza per tutte le principali case automobilistiche.

Nel corso della mattinata è stato distribuito un volantino che chiede solidarietà a tutti i lavoratori del gruppo.

"Nella globalizzazione del mercato - è il commento di Edi Lazzi e Pino Viola, della Fiom Cgil - anche i lavoratori devono ricercare la loro globalizzazione: quella della solidarietà e della difesa comune del posto di lavoro. Anche perché bisogna evitare che la Sila - prosegue - faccia il 'gioco' della margherita, strappando petalo dopo petalo e chiudendo oggi Nichelino e, magari, domani Melfi, piuttosto che Gissi, fino ad arrivare alla stessa Holding italiana".
(ANSA)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sila Telecomandi, presidio ad Orbassano contro i 98 licenziamenti

TorinoToday è in caricamento