rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Economia

Thyssen, Fassino si impegna a ricollocare i 16 operai

Incontro in Municipio tra sindaco e operai della Thyssen non ricollocati dalla società. 13 di loro si erano costituiti parte civile nel processo a carico dei vertici della multinazionale tedesca

Forse c'è uno spiraglio di luce in fondo al tunnel per i 16 operai della Thyssenkrupp di Torino che non sono ancora stati ricollocati dopo il trasferimento a Terni della filiale subalpina della multinazionale. Ricollocazione prevista da un accordo siglato da azienda, enti locali e organizzazioni sindacali dopo la chiusura del sito torinese, ma mai attuata.

Oggi gli operai hanno incontrato Piero Fassino: "Ho preso un impegno a nome della città affinché si creino le condizioni per trovare un posto di lavoro sicuro nell'ambito delle società del Comune o delle aziende che lavorano con queste" per ricollocare i 16 lavoratori Thyssen che da domani saranno in mobilità: lo ha detto oggi il sindaco di Torino, al termine dell'incontro in municipio. "Ci attiveremo - ha proseguito - per offrire dei percorsi lavorativi in modo che i lavoratori possano uscire dalla precarietà lavorativa chiudendo una vicenda dolorosa anche sul piano umano".

Claudio Gonzato della Fiom apprezza: "L'impegno da parte del sindaco è stato confortante. Aspettiamo nei prossimi mesi, all'interno del quadro della mobilità, che vi sia un riscontro effettivo per dare dignità e speranza ai lavoratori, che in questi tre anni e mezzo di dignità e speranza non ne hanno vista". Dei 16 lavoratori, 13 si erano costituiti parte civile nel processo a carico dei vertici della multinazionale tedesca.


(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Thyssen, Fassino si impegna a ricollocare i 16 operai

TorinoToday è in caricamento