Concorso per Operatori Socio Sanitari (OSS): come presentare la domanda

A tempo indeterminato

Immagine di repertorio

L'Azienda Sanitaria Locale "Città di Torino" indice un concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di 20 posti di Operatore Socio Sanitario a tempo indeterminato di cui: 4 presso A.S.L. Città di Torino, 4 presso A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino, 3 presso A.O. Ordine Mauriziano di Torino, 3 presso A.O.U. San Luigi di Orbassano, 3 presso A.S.L. TO 5 Chieri e 3 presso A.S.L. TO 4 Chivasso.
  
Requisiti:
•    attestato di qualifica per Operatore Socio Sanitario;
•    cittadinanza italiana o di uno dei paesi dell’Unione Europea;
•    godimento dei diritti civili e politici;
•    possesso, eccetto per i cittadini italiani, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
•    adeguata conoscenza della lingua italiana;
•    idoneità fisica all’impiego;
•    non possono accedere coloro che siano esclusi dall'elettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni

Per partecipare è necessario il versamento del contributo di 10 euro (non rimborsabile) per le spese di concorso. Il bando è disponibile sul sito aslcittaditorino. 
Le domande vanno presentate seguendo la procedura online indicata sul sito entro e non oltre lunedì 5 marzo 2018.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento