Economia

A Torino, da lunedì 10 maggio, la nuova agenzia di Gallas Group, al servizio delle famiglie che ricercano badanti

L'espansione verso Nord Ovest continua. Dopo Varese e Novara, con le aperture ufficiali avvenute nei primi mesi dell'anno, Gallas Group sta per sbarcare anche a Torino, dove in questi giorni verrà ufficialmente inaugurata la nuova agenzia per il reclutamento di badanti e di colf. Una crescita che prosegue imperterrita: iniziata a Udine, dove ha sede l'impresa, e poi alimentatasi in Veneto, in Emilia Romagna, in Lombardia ed ora nel capoluogo piemontese, che diventa vero e proprio centro nevralgico nonché l'unica metropoli nella quale l'azienda friulana ha deciso di investire.

Non è un caso che i fratelli Lorenzo ed Alberto, titolari dell'omonimo Gruppo impegnato da una decina d'anni nel ramo assistenziale, abbiano optato per Torino: “Già nel Novarese - spiegano - abbiamo sùbito avvertito la necessità di una struttura come la nostra; il territorio si è dimostrato estremamente ricettivo e siamo convinti che anche a Torino, con il suo enorme potenziale, sapremo intercettare le esigenze di domanda ed offerta, garantendo immediatamente un servizio all'altezza con i nostri standard”.

titolari_gallas_group-2

D'altronde, a differenza di un'agenzia interinale di somministrazione lavoro, Gallas Group ha nel proprio dna una speciale attenzione per l'empatia, l'aspetto umano, le esigenze personali e le capacità di ascolto, caratteristiche imprescindibili in un settore sempre più esigente. La nuova filiale sarà ubicata in corso Regina Margherita 102 ed in un periodo in cui le famiglie sono maggiormente orientate all'affidamento domestico dei propri anziani piuttosto che alle case di riposo o alle Rsa, è lecito immaginare come il mercato dell'assistenza possa beneficiare di una nuova agenzia professionale, preparata e con un'esperienza decennale sparsa in tutto il Nord Italia.

L'alta qualità di Gallas è certificata dai criteri di selezione, sempre rigidi e profondamente orientati a referenze e requisiti legati alla conoscenza della lingua (per le badanti stranieri) e ad altri parametri valutativi; non è un caso che solamente il 19% di chi giunge in filiale per cercare un lavoro venga poi selezionato e presentato alle famiglie.

Ma chi sono concretamente le persone impiegate per assistere i nostri nonni? Sono donne nella stragrande maggioranza dei casi (95%) e tutte, o quasi, provenienti dall'estero: dall'Est Europa, principalmente, in buona parte da Ucraina, Georgia ma anche Russia e Romania. Gallas presta molta attenzione alla sicurezza tout court: le badanti selezionate certificano infatti di essere rimaste in Italia nei mesi del Covid, e su richiesta dell'utenza viene effettuato il tampone prima di iniziare il lavoro. Fortunatamente la campagna vaccinale sta accelerando, i contagi sono in diminuzione e l'arrivo della bella stagione dovrebbe mitigare - speriamo definitivamente - la pericolosità e la diffusione del virus; sarebbe la notizia più bella in vista dell'estate, sia per la ripresa della nostra economia che per la sicurezza delle persone più fragili, di cui Gallas Group si prende cura con professionalità ed umanità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Torino, da lunedì 10 maggio, la nuova agenzia di Gallas Group, al servizio delle famiglie che ricercano badanti

TorinoToday è in caricamento