Economia

Sempre più negozi cinesi in Torino e provincia, sono ormai più di duemila

Se i negozi italiani continuano a chiudere, quelli cinesi sono sempre di più. Dal 2008 al 2013 le imprese cinesi sul nostro territorio sono aumentate del 47%, arrivando a rappresentare il 5,3% del totale

Se le imprese italiane continuano a sentire forte la crisi e a chiudere con una frequenza al limite del credibile, non si può dire la stessa cosa per le quelle create e gestite da imprenditori di nazionalità cinese.

Sono oltre 2mila tra Torino città e provincia - 3mila e 500 in tutto il Piemonte - quelli che hanno deciso di aprire una propria attività. Non solo ristoranti, che è la prima cosa che viene in mente, ma anche parrucchieri, piccoli supermercati, centri estetici, sartorie, negozi di elettronica, vestiti e altro.

Il dato che maggiormente balza all'occhio è la crescita fatta registrare negli ultimi cinque anni. Dal 2008 al 2013 le imprese cinesi sul nostro territorio sono aumentate del 47%, arrivando a rappresentare il 5,3% del totale. Una tendenza inversa rispetto ai colleghi italiani, costretti sempre più spesso a chiudere bottega e sempre meno motivati nell'aprire qualcosa di nuovo. In questo caso il dato che si rileva dalla Camera di Commercio è un -1,6% di nuove attività italiane ogni anno.

Il motivo di questo successo risiederebbe in un lavoro no stop da parte degli imprenditori cinesi. Se infatti la maggior parte dei negozi italiani il lunedì mattina è chiuso, loro non badano ad orari o giorni della settimana e sono sempre aperti. Stessa cosa infatti vale per le domeniche dell'anno e per la maggior parte degli altri giorni festivi.

Non sono mancati negli ultimi mesi diversi casi di lavoro non regolare scoperto proprio in negozi cinesi, soprattutto sartorie. L'ultimo caso riguarda via Cervino. Quando gli agenti di Polizia sono entrati nel locale per un controllo sembrava tutto regolare, ma in realtà dodici persone si erano nascoste in uno stanzino adibito anche a cucina e camere da letto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sempre più negozi cinesi in Torino e provincia, sono ormai più di duemila

TorinoToday è in caricamento