rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Economia Bricherasio / Strada Canavero, 32

Addio a Claudio, una vita per l'agricoltura e le sue vigne

Stroncato da un malore

E' morto improvvisamente per un malore nella mattinata di oggi, lunedì 16 aprile 2018, Claudio Rivoira, storico viticoltore e allevatore di Bricherasio. Aveva 55 anni e lascia la moglie, Marinella Lausarot, e tre figli.

Oltre che per la sua azienda vinicola, è noto per il suo impegno nella Confederazione Italiana Agricoltori (Cia), di cui era stato vicepresente per 20 anni tra la fine degli anni '90 e il 2017.

Attualmente era vicepresidente di Condifesa Torino, consigliere di amministrazione del Gal Escarton e Valli Valdesi e consigliere di amministrazione della Vignaioli Piemontesi. E’ stato anche presidente della Cantina sociale di Bricherasio.

"Claudio - ricorda Roberto Barbero, presidente provinciale di Cia - era una persona molto generosa e amata da tutti. Alla nostra organizzazione ha dato molto, ricoprendo ruoli direttivi fin dalla metà degli Anni Ottanta. Era un vero agricoltore, saggio e pragmatico".

Nella mattinata di oggi c'è stato un disperato tentativo di salvarlo con l'intervento dell'elisoccorso, ma purtroppo quando i soccorritori sono arrivati nella sua azienda di strada Canavero 32, al confine con San Secondo di Pinerolo, non c'era più nulla da fare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Claudio, una vita per l'agricoltura e le sue vigne

TorinoToday è in caricamento