Sabato, 18 Settembre 2021
Economia Falchera / Corso Romania

La crisi continua, a rischio i lavoratori dell'Auchan di corso Romania

Su 347 dipendenti dell'Auchan, 81 sono a rischio licenziamento. La direzione del centro lo scorso 2 agosto ha aperto la procedura di mobilità, ma il braccio di ferro con i sindacati continua

La crisi investe anche i centri commerciali. A risentirne particolarmente a Torino è l'Auchan di corso Romania, in cui continua il braccio di ferro tra la direzione del centro e i sindacati sul contratto integrativo che l'azienda vorrebbe disdettare o sospendere per quattro anni come condizione per evitare i licenziamenti.

A rischio ci sono 81 lavoratori, per cui l'Auchan ha aperto il 2 agosto la procedura di mobilità, motivando il tutto con il calo di fatturato dovuto alla crisi. I sindacati hanno chiesto che si ricorra ai contratti di solidarietà, ma in cambio l'azienda vuole un accordo che preveda anche la sospensione o disdetta dell'integrativo e minaccia l'invio il 4 settembre delle lettere di licenziamento.


L'argomento è delicato ma i tempi sono serrati. Proprio per questo le organizzazioni sindacali hanno chiesto di potere fare un referendum il 6 e 7 settembre, dal momento che molti lavoratori sono ancora in ferie e l'Auchan sta valutando la risposta. I dipendenti di corso Romania sono in totale 347.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La crisi continua, a rischio i lavoratori dell'Auchan di corso Romania

TorinoToday è in caricamento