Venerdì, 22 Ottobre 2021
Economia

Ricordasi di pagare la tassa dell'auto? Da oggi arriva l'sms dalla Regione

Il nuovo servizio si chiama "Memobollo" è ricorderà di pagare la tassa automobilistica in prossimità della scadenza della stessa. Il servizio permetterà all'amministrazione un risparmio di soldi

'Memobollo' è il nuovo servizio della Regione Piemonte dedicato agli automobilisti, che consentirà facilmente di ricordarsi di pagare la tassa grazie a mail e sms a modi promemoria in prossimità della scadenza del pagamento. Il servizio, riservato ai cittadini piemontesi, permetterà anche un notevole risparmio di soldi visto che per chi lo attiverà non sarà più spedito l'avviso cartaceo a casa.

Come si attiva il servizio? Basta collegarsi a Sistema Piemonte (www.sistemapiemonte.it), il portale per l’accesso ai servizi digitali della Regione Piemonte, rivolto a cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni e realizzato dal CSI. Su Sistema Piemonte è disponibile Bollo web, una sezione costruita appositamente per i cittadini e le imprese tenuti al versamento della tassa automobilistica. In pochi semplici passi l’utente può attivare Memobollo e ricevere il promemoria di pagamento al proprio indirizzo di posta elettronica o via sms al numero di cellulare che avrà indicato, con la possibilità di modificare in ogni momento i dati inseriti o di disattivare il servizio.

“Questo percorso che abbiamo intrapreso - commenta Gilberto Pichetto Fratin, assessore al Bilancio e finanze della Regione Piemonte – è un ulteriore passo verso la dematerializzazione, che significa meno carta, meno spese postali e quindi risparmi economici, oltre a comunicazioni più dirette e immediate con i cittadini. Oggi sono 2,5 milioni gli avvisi di pagamento per il bollo auto inviati in modalità cartacea. Nel primo anno di attivazione del servizio Memobollo, ci aspettiamo una riduzione del 15% delle comunicazioni via posta tradizionale, con un risparmio stimabile di circa 600.000 euro".

La gestione della tassa automobilistica sta passando interamente alla Regione Piemonte, che, grazie a questa internalizzazione, potrà governare l’intero processo in modo più efficiente, senza intermediazioni nel rapporto con il cittadino. Da un punto di vista tecnico, la banca dati regionale viene alimentata direttamente con i dati della Motorizzazione Civile e dell’Agenzia delle Entrate e scambia informazioni con altri sistemi del territorio piemontese, il tutto con il supporto del CSI.

“In questo progetto abbiamo messo in campo le nostre competenze più consolidate - spiega Davide Zappalà, Presidente del CSI Piemonte -, in particolare per quanto riguarda la gestione e la bonifica di grandi quantità di dati. Il risultato è un dato di alta qualità: univoco, senza duplicazioni e con un margine di errore minimo. In questo modo la Regione può ottimizzare la gestione dell’intero processo della tassa automobilistica e semplificare il rapporto con i cittadini, offrendo loro una gamma sempre più ricca di servizi on line.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricordasi di pagare la tassa dell'auto? Da oggi arriva l'sms dalla Regione

TorinoToday è in caricamento