Economia

La Mahle cambia proprietà: lavoro salvo per 349 dipendenti

Raggiunto l'accordo: l'operazione verrà formalizzata a ottobre

Buone notizie per i 349 lavoratori della Mahle. Gli impianti di La Loggia e di Saluzzo  verranno infatti ceduti a Imr Group, azienda lombarda che opera nel settore della gommaplastica, con 2200 dipendenti e un fatturato di 330 milioni di euro, già presente in Piemonte con uno stabilimento a Mondovì.

La notizia, che era già nell'aria, è arrivata dopo l'incontro all' assessorato regionale al Lavoro, a Torino, cui hanno preso parte i vertici delle due aziende, i rappresentanti sindacali, i funzionari regionali, quelli del Mise e Confindustria Cuneo.

La Mahle che produce pistoni per i motori diesel aveva dichiarato, lo scorso autunno - quando i dipendenti erano 453 - di voler chiudere i due stabilimenti a causa del mercato diventato troppo poco competitivo.

" Dei 349 lavoratori rimasti - ha spiegato Pierandrea Cavallero, Fiom Cgil - 25 resteranno in carico all’azienda tedesca e si occuperanno di marketing nel mercato italiano. Per altre 50 persone è previsto il ricorso alla mobilità volontaria. Per la reindustrializzazione - ha aggiunto - Imr chiederà una Cassa integrazione straordinaria per riorganizzazione di 24 mesi in cui, parallelamente alla reindustrializzazione, verrà effettuata un’opera di formazione del personale che dovrà apprendere le nuove mansioni".

L’obiettivo dichiarato è quello di occupare, in due anni, circa 272 unità. La chiusura formale dell'accordo è programmato per ottobre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Mahle cambia proprietà: lavoro salvo per 349 dipendenti

TorinoToday è in caricamento