Martedì, 21 Settembre 2021
Economia Centro

"Lastminutesottocasa" pronta ad essere lanciata in tutto il resto d'Italia

Il progetto nato all'interno dell'incubatore del Politecnico è pronto ad allargare i suoi confini. Partiti da un quartiere di Torino per recuperare il pane invenduto e arrivato ad una tonnellata di cibo al mese salvato dai cassonetti dell'immondizia

"Lastminutesottocasa" è pronto all'esportazione. Il progetto nato all'internoo dell'incubatore I3P del Politecnico di Torino, nato nove mesi fa, è stato preparato per essere replicato in tutta italia con un tour di presentazione che arriverà a Como, Napoli, Palermo, Milan, Roma, Bologna, Pavia, Bolzano e Novara. 

Il portale, a breve avrà anche un app per smartphone, permette ai negozi con prodotti alimentari in eccedenza o in scadenza, a conclusione della giornata, di mettere un annuncio per informare i cittadini nelle vicinanze che il negozio offre la possibilità di acquistarli a prezzi scontati. Ma non solo. Le offerte sono geolocalizzate, infatti è possibile in fase di registrazione indicare la distanza a cui si devono trovare le proposte e quali sono le tipologie di negozio preferite, per avere così sempre le offerte migliori, appunto, sotto casa. 

Francesco Ardito, uno degli ideatori, spiega che il progetto è nato in un quartiere di Torino con l'idea di potere recuperare il pane invenduto a fine giornata. Poi nel tempo si è esteso ad altre categorie merceologiche ed altri quartiere, così facendo, spiega Ardito, sono stati risparmiati, secondo le stime dei progettisi, una tonnellata di cibi al mese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lastminutesottocasa" pronta ad essere lanciata in tutto il resto d'Italia

TorinoToday è in caricamento