Economia

L'Oreal, nuovo contratto integrativo: fra le novità anche 10 giorni di paternità

Riguarda 400 dipendenti

Dopo sette mese di trattativa sindacati e i vertici della L'Oreal di Settimo Torinese hanno raggiunto un accordo che le parti definiscono "innovativo e al passo coi tempi". Filctem Cgil - Femca Cisl – Uiltec Uil e l'azienda hanno firmato l'accordo che riguarda i circa 400 addetti dello stabilimento a pochi chilometri dal capoluogo. E fra le novità introdotte nel contratto integrativo, una serie di agevolazioni e permessi: dieci giorni di permesso retribuito al padre lavoratore per la nascita del figlio, accesso al part-time per il bambino fino al 3° anno di età e anche per i genitori non autosufficienti, contributi per la retta dell'asilo nido e autocertificazione per le assenze e borse di studio per i figli dei dipendenti. Un contratto che arriva a distanza di pochi giorni da uno simile, nei contenuti e nelle prospettive, firmato dall'azienda Lavazza.

"E' un contratto innovativo, che punta a ridistribuire il lavoro, a riqualificare i lavoratori per adeguarli alle nuove tecnologie tramite la formazione - ha commentato Alfonso Pronvenzano della Filctem-Cgil - Inserisce una buona quantità di permessi non solo per i figli ma anche per i genitori anziani, costruisce un accordo di welfare buono perché incentrato sulla previdenza complementare e contiene le quantità economiche del salario proveniente dalla contrattazione di secondo livello, da utilizzare per le piattaforme welfare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Oreal, nuovo contratto integrativo: fra le novità anche 10 giorni di paternità

TorinoToday è in caricamento