Martedì, 19 Ottobre 2021
Economia

Intesa Sanpaolo, il Pd chiede chiarezza sul piano d'impresa

Davide Gariglio e Stefano Lepri hanno presentato un ordine del giorno per chiedere alla Regione di convocare i vertici del gruppo e chiarire le conseguenze del piano d'impresa

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

“Convocare quanto prima i vertici di Intesa Sanpaolo e della Compagnia Sanpaolo per chiarire le intenzioni del Gruppo e le effettive ricadute in Piemonte del piano di impresa e per verificare i tempi di realizzazione a Torino del polo assicurativo ed il numero di lavoratori che potrà venire ad interessare”: è questa la richiesta contenuta in un Ordine del giorno presentato quest’oggi in Consiglio Regionale del Piemonte dai consiglieri regionali del PD Davide Gariglio e Stefano Lepri relativamente al piano d’impresa di Intesa SanPaolo.

I due consiglieri del PD ricordano come nel febbraio del 2007 il Consiglio regionale del Piemonte aveva approvato un Ordine del Giorno in cui si esprimevano “forti dubbi e preoccupazioni sulle strategie aziendali e sul ruolo di Torino e del Piemonte, specie a tutela dei lavoratori e delle loro competenze” e si impegnava la Giunta ad “attuare un’attenta e costante azione di monitoraggio” e ad “incontrare ogni anno l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo per un confronto sulle strategie della Banca”.

Secondo Davide Gariglio e Stefano Lepri “alle ambiziose aspettative che hanno accompagnato la nascita della Superbanca grazie alla fusione tra Sanpaolo e Intesa nel 2007 ed ai piani strategici recentemente presentati non hanno fatto seguito effetti positivi sul versante della creazione  di nuovi posti di lavoro. Nonostante la necessità di contenere i costi il Gruppo Intesa Sanpaolo ha recentemente elargito importanti premi e gratifiche a favore del proprio Top management, mentre l’attuazione dei provvedimenti annunciati comporterà preoccupanti conseguenze da punto di vista occupazionale e sociale per l’alto numero delle sedi del Gruppo sui nostri territori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intesa Sanpaolo, il Pd chiede chiarezza sul piano d'impresa

TorinoToday è in caricamento