menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In crescita i prezzi al consumo in città: +5,3 per cento per i beni alimentari

Nel confronto congiunturale il servizio statistica del Comune di Torino ha registrato l'aumento dei prezzi dei beni di consumo ad alta e media frequenza d'acquisto

Nel confronto con il mese di gennaio la crescita dei prezzi al consumo è stata dello 0,5 per cento. un dato confortante, ma che nel confronto con l'anno scorso vede una diminuzione dei prezzi dello 0,2 per cento. Questi i dati diffusi, in seguito alla rilevazione preliminare, dal Servizio Statistica della città di Torino. 

Sono i prezzi dei beni a media frequenza di acquisto che registrano una variazione mensile più corposa dello 0,6 per cento e, in questo, nel confrotno con l'anno precedente viene registrata una varazione del + 0,4 per cento. Mentre per i beni ad alta frequenza di acuisto la variazione congiunturale segna +0,5 per cento, ma quella tendenziale rileva invece una diminuzione di un punto percentuale. Per i prezzi dei beni a bassa frequenza di acquisto non sono registrate variazioni congiunturali, mentre nel confronto con il 2014 il dato segnalato parla di una diminuzione dello 0,1 per cento. 

Tra i rincari più significativi registrati nel capoluogo piemontese ci sono le verdure con +2,1 per cento, le bevande alcoliche e i tabacchi +2,5 per cento, i trasporti aerei +9,6 per cento e i servizi ricettivi e di ristorazione che crescono dell'1,9 per cento. Rispetto all'anno scorso subiscono un particolare aumento i prezzi dei pacchetti vacanze +2,5 per cento e gli alimentari con 5,3 per cento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento